I 10 consigli Enea per l’uso intelligente dell’aria condizionata

Ecco i 10 consigli Enea per un uso efficiente dei condizionatori: dall’acquisto in classe energetica A, alla pulizia e corretta manutenzione

E’ partita con l’arrivo del gran caldo la corsa all’acquisto dei condizionatori ed il conseguente, e pesante, aumento dei consumi energetici.

Al fine di consentirne un uso efficiente, senza incidere troppo sulle bollette, l’Enea ha fornito 10 consigli d’oro da tener presente per i ridurre i consumi dei condizionatori sempre più diffusi, sia nelle abitazioni che negli edifici/attività commerciali.

Infatti, spesso l’utilizzo di condizionatori in maniera inadeguata può condurre a una serie di problemi, quali ad esempio dis-confort termico oppure consumo spropositato di energia elettrica: i nuovi consigli Enea sui climatizzatori consentono di sfruttare in maniera efficiente e razionale questi elettrodomestici.

Di seguito le indicazioni pratiche che consentono di ottenere benefici ambientali e di risparmiare fino al 7% sulla bolletta elettrica.

Consiglio 1: occhio alla classe energetica

Il primo suggerimento per l’uso “intelligente” dell’aria condizionata parte dalla scelta del condizionatore: sono da preferire i modelli in classe energetica A o superiore o superiore, che comportano un risparmio in bolletta elettrica (circa il 30% in meno rispetto a un vecchio modello di classe C) ed una conseguente riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Consiglio 2: preferite gli inverter

Gli apparecchi dotati di tecnologia inverter adeguano la potenza all’effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento e sono quindi da preferire a quelli dotati di tecnologia on-off, rispetto ai quali sono sicuramente più costosi, ma consumano meno energia.

Consiglio 3: approfittate degli incentivi

Per l’acquisto di una pompa di calore, se destinata a sostituire integralmente o parzialmente il vecchio impianto termico, si può usufruire delle seguenti detrazioni:

  • bonus casa
  • ecobonus
  • Conto termico 2.0.

Consiglio 4: attenzione alla posizione

E’ importante installare il climatizzatore nella parte alta della parete in quanto l’aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda che invece tende a salire. E’ vietato, invece, posizionarlo dietro divani o tende per l’effetto “barriera”.

Consiglio 5: attenzione a non raffreddare troppo l’ambiente

E’ sufficiente impostare la temperatura del climatizzatore di 2 o 3 gradi in meno rispetto a quella esterna; spesso può essere sufficiente l’attivazione della funzione “deumidificazione”, questo perché l’umidità presente nell’aria fa percepire una temperatura molto più elevata rispetto a quella reale.

Consiglio 6: ogni stanza ha bisogno del suo climatizzatore

Non è corretto installare un condizionatore potente in corridoio sperando che rinfreschi tutta casa; per poter godere di buon comfort è opportuno installare un condizionatore per ogni stanza.

Consiglio 7: non lasciate porte e finestre aperte

L’arrivo di nuova aria calda lasciando aperta la finestra, obbliga il condizionatore a compiere un lavoro supplementare per riportare la temperatura e l’umidità ai livelli richiesti, con conseguente dispendio di energia.

Consiglio 8: coibentare i tubi del circuito refrigerante all’esterno dell’abitazione

E’ opportuno non esporre direttamente ai raggi solari i tubi del circuito refrigerante che rischiano di danneggiarsi, così come la parte esterna del climatizzatore, se esposti al sole e alle intemperie.

Consiglio 9: usare il timer e la funzione “notte”

Usando il timer e la funzione “notte” è possibile ridurre al minimo il tempo di accensione del condizionatore, evitando inoltre di lasciare il climatizzatore acceso per l’intera giornata.

Consiglio 10: occhio alla pulizia e alla corretta manutenzione

E’ importante che i filtri dell’aria e le ventole vengano ripuliti alla prima accensione stagionale e almeno ogni 2 settimane e che venga, inoltre, controllata la tenuta del circuito del gas.

 

Clicca qui per accedere al sito Enea

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *