Condono edilizio: 50% del saldo oblazione direttamente al Comune interessato

Il comma 41 dell’articolo 32 del Decreto Legge 269/2003, provvedimento con cui è stato introdotto il condono edilizio 2003, prevede che il 50 % delle somme riscosse a titolo di conguaglio dell`oblazione sia devoluto al Comune interessato.

Il comma 41 dell’articolo 32 del Decreto-Legge 269/2003, provvedimento con cui è stato introdotto il condono edilizio 2003, prevede che il 50 % delle somme riscosse a titolo di conguaglio dell`oblazione sia devoluto al Comune interessato.
Il D.M. 18 febbraio 2005 del Ministero delle Infrastrutture ,pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.139 del 17/6/2005, definisce le modalità di applicazione del citato art.32, comma 41.
Il provvedimento stabilisce che il soggetto che ha presentato l’istanza di sanatoria versi direttamente al comune interessato il 50 per cento della somma dovuta a conguaglio dell`oblazione.
La rimanente parte, invece, deve essere versata secondo le modalità previste dal D. M. 14 gennaio 2004.

DocumentoDimensioneFormato
D.M. 18 febbraio 200540 KbACCAreader
D. M. 14 gennaio 20044 KbACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *