Immagine categoria approfondimenti tecnici

Compensi professionali: no ai riferimenti a tariffe e decoro professionale, sì alla libera concorrenza

Consiglio di Stato: nella determinazione del compenso non bisogna far riferimento né a tariffe né al decoro professionale, neanche nei codici deontologici

Il parametro del decoro professionale quale criterio di determinazione del compenso può pregiudicare la concorrenza e pertanto non può essere ammesso.
Lo ha precisato il Consiglio di Stato con Sentenza 238/2015.
Nello specifico, il CNG (Consiglio Nazionale dei Geologi) era multato dall’Antitrust per non essersi adeguato all’abolizione dei minimi tariffari (Decreto Bersani – D.L. 223/2006 e Decreto Liberalizzazioni – D.L. 1/2012), in quanto nel loro Codice deontologico veniva citato il decoro professionale tra gli elementi per la determinazione del compenso delle professioni intellettuali.
Secondo l’Antitrust, infatti, i riferimenti a minimi tariffari non possono essere reintrodotti attraverso principi deontologici di corretto comportamento.
Il CNG presenta dapprima ricorso al Tar Lazio, che però lo respinge, e fa quindi appello al Consiglio di Stato.
I giudici del CdS respingono a loro volta l’appello proposto, precisando che non è ammesso commisurare il compenso al decoro professionale, in quanto significherebbe proprio reintrodurre i minimi tariffari.
Prevalgono quindi libertà di concorrenza e possibilità di prezzi ridotti. Ciò implica che il professionista non corre più il rischio di vedersi accusato di comportamento “indecoroso”, rischiando la sospensione, se applica tariffe particolarmente ridotte.
Al riguardo, ricordiamo che ACCA distribuisce il software Compensus, che consente il calcolo dei compensi professionali sia privati che pubblici, in ottemperanza a quanto stabilito dalle più recenti normative.

Clicca qui per scaricare la Sentenza CdS 238/2015
Clicca qui per conoscere tutti i dettagli su Compensus

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *