Immagine categoria varie e brevi

Come è utilizzato il patrimonio immobiliare italiano? Quanto vale? Le risposte ne “Gli immobili in Italia 2010”

Il volume “Gli immobili in Italia” è un progetto realizzato dal Dipartimento delle Finanze e dall’Agenzia del Territorio che illustra, a fini statistici, la distribuzione degli immobili in base alle categorie catastali ed alle dichiarazioni dei redditi dei proprietari.

Il volume “Gli immobili in Italia” è un progetto realizzato dal Dipartimento delle Finanze e dall’Agenzia del Territorio che illustra, a fini statistici, la distribuzione degli immobili in base alle categorie catastali ed alle dichiarazioni dei redditi dei proprietari.

Le analisi riportate nel volume (riferite al 2008) scaturiscono dall’incrocio tra le banche dati di catasto e amministrazione finanziaria.
Dalle analisi effettuate è emerso che il patrimonio immobiliare, in termini di numero di unità, è per l’87% di proprietà di “persone fisiche” e, per il restante 13%, di proprietà di enti, società, ecc. Per le persone fisiche è risultato che:

  • il 36% degli immobili sono abitazioni principali ed il 23% sono pertinenze di abitazioni principali;
  • sono circa il 10% gli immobili locati e altrettanti gli immobili a disposizione; il 14,6% sono dichiarati per altri utilizzi.

Il lavoro di ricostruzione delle superfici relativamente al settore residenziale (i cui dettagli sono riportati nella nota metodologica del volume), ha permesso di calcolare, sulla base dei dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare, il valore di mercato di ciascuna unità abitativa e delle relative pertinenze.

Il complesso delle abitazioni risulta avere un valore di mercato pari a circa 5.931 miliardi di euro, le pertinenze un valore di circa 313 miliardi di euro. Si può dunque stimare che la ricchezza del settore residenziale ammonti a circa 6.244 miliardi di euro. Questa stima, con riferimento alle sole persone fisiche, ammonta a 5.623 miliardi di euro.

Il valore del patrimonio residenziale è pari a 4 volte il PIL nazionale. Tale rapporto medio è assai diversificato per regione: da un massimo della Liguria, che mostra un valore della ricchezza degli immobili residenziali pari a 7 volte il PIL regionale, alla Basilicata il cui valore 2,7 volte il rispettivo PIL regionale. Il volume “Gli immobili in Italia” è suddiviso in sei capitoli:

  • Introduzione
  • Lo stock immobiliare in Italia: analisi degli utilizzi
  • Analisi territoriale del valore del patrimonio abitativo
  • Analisi della distribuzione del patrimonio immobiliare e del reddito dei proprietari
  • Valori del patrimonio abitativo e imponibili fiscali
  • Nota metodologica: la costituzione della banca dati della proprietà immobiliare

Clicca qui per scaricare il volume “Gli immobili in Italia 2010”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *