Collegato ambientale 2016, in vigore dal 2 febbraio le norme sulla green economy

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Pubblicato il Collegato ambientale 2016 contenente misure per la demolizione degli edifici in aree a rischio, interventi contro il dissesto idrogeologico, agevolazioni per la rimozione dell’amianto e per le imprese verdi. Ecco punto per punto le novità

Pubblicato in Gazzetta ufficiale del 18 gennaio 2016 il Collegato ambientale (legge 28 dicembre 2015, n. 221) alla legge di Stabilità 2016, contenente disposizioni in materia di normativa ambientale per promuovere la green economy e il contenimento delle risorse naturali.

Ricordiamo brevemente che la green economy è un modello economico finalizzato alla produzione di energia in modo sostenibile e con un uso controllato delle risorse, al fine di migliorare la qualità della vita delle persone, aumentando l’equità sociale e riducendo i rischi ambientali.

Obiettivo delle nuove misure, in vigore dal 2 febbraio 2016, è quello quindi di semplificare e promuovere il riutilizzo delle risorse e la sostenibilità ambientale, con la previsione di incentivi per premiare i comportamenti virtuosi di consumatori, produttori, istituzioni e aziende green.

Tra le principali novità introdotte dal Collegato ambientale segnaliamo:

  • agevolazioni per imprese verdi 
  • finanziamento dei progetti di mobilità sostenibile (piste ciclabili, car-pooling, car-sharing, bike-pooling e bike-sharing, etc.)
  • definizione del “mobility manager scolastico”, che  ha il compito di organizzare e coordinare
    gli spostamenti casa-scuola-casa del personale scolastico e degli alunni, favorendo l’abbattimento dei livelli di inquinamento atmosferico ed acustico e la riduzione dell’uso dell’automobile e il contenimento del traffico
  • incentivi per la bonifica dell’amianto
  • contrasto all’abbandono di rifiuti di piccolissime dimensioni
  • promozione della raccolta differenziata
  • reintroduzione del vuoto a rendere
  • previsione dell’infortunio in itinere anche per l’uso della bicicletta
  • istituzione del marchio “Made Green in Italy”
  • eliminazione del permesso di costruire per manufatti leggeri e prefabbricati in strutture ricettive, ovvero  non sarà più necessario (modifica dell’art. 3 del T.U. dell’Edilizia) il permesso di costruire per i manufatti leggeri, anche prefabbricati, e le strutture di qualsiasi genere (quali roulottes, camper, case mobili, imbarcazioni), utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, o depositi, magazzini e simili
  • istituzione delle “Oil free zone”, aree territoriali in cui si prevede la progressiva sostituzione del petrolio e dei suoi derivati con energie prodotte da fonti rinnovabili
  • istituzione di un fondo per il rischio idrogeologico

 

Clicca qui per scaricare il Collegato ambientale 2016

 

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] collegato ambientale alla legge di Stabilità 2016 (legge 221/2015) ha previsto una serie di disposizioni per promuovere la green economy, tra cui anche il bonus per […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *