Codice Unico di Progetto: Cos’è? Quando occorre utilizzarlo? Ecco le linee guida ITACA

Il CUP (Codice Unico di Progetto) è un codice alfanumerico univoco, costituito da 15 caratteri, che identifica e accompagna un progetto d’investimento pubblico durante tutto ciclo di vita. Costituisce a una sorta di “codice fiscale”del progetto.

Il CUP (Codice Unico di Progetto) è un codice alfanumerico univoco, costituito da 15 caratteri, che identifica e accompagna un progetto d’investimento pubblico durante tutto il ciclo di vita. Costituisce una sorta di “codice fiscale” del progetto.

La legge 136/2010 ha reso obbligatorio il CUP ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari per prevenire fenomeni di infiltrazioni criminali: tutti i pagamenti devono riportare i codici identificativi CIG e CUP (v. articolo BibLus-net sulla tracciabilità).
Il Gruppo di Lavoro ITACA ha pubblicato le linee guida per l’utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP).

Il documento fornisce una risposta a domande tipo:

  • in quali casi si deve richiedere il codice unico di progetto?
  • quali sono le tipologie di progetti di investimento pubblico?
  • chi deve richiedere il codice?

Sono presenti anche degli esempi pratici relativi a casi particolari.

Clicca qui per scaricare le linee guida sul CUP di ITACA

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *