Classificazione rischio sismico: è disponibile gratis EdiLus-CRS

Classificazione rischio sismico: è già disponibile gratis EdiLus-CRS, la prima web app multipiattaforma per la determinazione della classe di rischio e l’asseverazione tecnica

Le linee guida per la classificazione del rischio sismico (dm MIT 28 febbraio 2017 e s.m.i.) forniscono gli strumenti operativi per la classificazione del rischio sismico degli edifici richiesta per l’accesso al sisma bonus, ossia incentivi fiscali previsti dalla legge di Stabilità 2017.

Il sisma bonus, in particolare, dà la possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali sulle spese sostenute per interventi antisismici consistenti in:

  • detrazione al 70%, qualora gli interventi antisismici consentano il miglioramento di una classe di rischio sismico
  • detrazione al 80%, qualora gli interventi antisismici consentano il miglioramento di 2 classi di rischio sismico
  • detrazione al 75%, qualora gli interventi antisismici siano relativi a parti comuni di edifici condominiali e consentano il miglioramento di una classe di rischio sismico
  • detrazione al 85%, qualora gli interventi antisismici siano relativi a parti comuni di edifici condominiali e consentano il miglioramento di 2 classi di rischio sismico

Le linee guida prevedono 8 classi di rischio, con rischio crescente dalla lettera A+ alla lettera G, e 2 metodologie per la determinazione della classe di rischio sismico (convenzionale e semplificato).

Grazie al metodo semplificato è possibile determinare la classe rischio sismico per le strutture in muratura e interventi locali, secondo una precisa procedura basata su classificazione macrosismica e classi di vulnerabilità e costi medi attesi per il ripristino a seguito del sisma.

EdiLus-CRS è la prima web app multipiattaforma (sia mobile – Android, iOs e Windows – che desktop – Windows, Macintosh, Linux) che consente in maniera semplice e assolutamente guidata di portare a termine la procedura per la valutazione della classe di rischio sismico per le seguenti strutture:

  • muratura
  • cemento armato con telai in entrambe le direzioni
  • capannoni industriali

EdiLus-CRS, come funziona

Utilizzare EdiLus-CRS è semplicissimo. Basta accedere alla pagina del servizio con qualsiasi browser, sia mobile che desktop, e inserire le proprie credenziali (e-mail e password) dei servizi ACCA.

1

Occorre specificare la tipologia strutturale da analizzare e le eventuali peculiarità, selezionando i dati da appositi menù a scelta rapida o check-list.

EdiLus-CRS 2

Passando allo step successivo, occorre specificare i dati geografici. La mappa sottostante mostrerà l’edificio. E’ sufficiente posizionare i 2 marcatori su 2 spigoli opposti del fabbricato, per ottenere automaticamente le coordinate WGS84 esatte e la zona sismica.

EdiLus-CRS 3

Negli step successivi occorre specificare i dati catastali e quelli del tecnico.

Terminata la compilazione dei dati, è possibile conoscere la classe di rischio sismico dello stato di fatto e quella corrispondente allo stato di progetto con gli interventi locali previsti dalle linee guida.

EdiLus-CRS 4

È possibile quindi ottenere in automatico, sia in formato PDF che RTF i seguenti elaborati:

  • asseverazione del tecnico delle classi di rischio sismico e conseguente incremento di classe a seguito degli interventi
  • relazione tecnico-descrittiva secondo le linee guida ministeriali

 

EdiLus-CRS 5

 

 

EdiLus-CRS 6

 

È possibile scaricare direttamente la documentazione o richiedere l’invio attraverso e-mail.

 

Clicca qui per accedere a EdiLus-CRS

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *