Certificazione energetica, il Piemonte si adegua alle nuove norme

Certificazione energetica, il Piemonte si adegua alle nuove norme

Certificazione energetica, il Piemonte si adegua alle nuove norme con la Delibera regionale n. 38 del 24 settembre 2015, in vigore dal primo ottobre 2015

E’ stata pubblicata la Delibera di Giunta Regionale 21 settembre 2015, n. 14-2119, con la quale la Regione Piemonte uniforma le disposizioni regionali sulla certificazione energetica degli edifici a quelle nazionali.

La Delibera n. 14-2119 del 21 settembre 2015 disciplina:

  • l’adozione di un sistema di accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio dell’attestato di prestazione energetica ai sensi dell’art. 4 comma 2 lettera a) e a bis) del DPR 75/2013 e s.m.i.
  • le modalità di svolgimento del corso di formazione e aggiornamento ai sensi dell’art. 4 comma 2 lettera c) del DPR 75/2013
  • le modalità per l’accertamento della correttezza e qualità dei servizi di certificazione ai sensi dell’art. 4 comma 2 lettera e) e dell’art. 5 del DPR 75/2013 e s.m.i.
  • il Sistema Informativo regionale per la Prestazione Energetica degli Edifici (SIPEE) utile anche al fine di monitorare l’impatto del sistema di certificazione degli edifici in termini di adempimenti burocratici, oneri e benefici per i cittadini ai sensi dell’art. 4 comma 2 lettera d) del DPR 75/2013 e s.m.i.

Nello specifico, vengono definiti:

  • i requisiti di iscrizione all’elenco regionale dei soggetti abilitati al rilascio dell’APE
  • gli oneri di iscrizione e le credenziali elettroniche
  • le modalità di frequenza ai corsi di formazione
  • il programma dei corsi di formazione e le modalità di frequenza e verifica
  • gli aspetti metodologici e operativi per la redazione dell’APE
  • le modalità di controllo e sanzione

 

Clicca qui per scaricare la Delibera 14-2119 del 21 settembre 2015 Regione Piemonte

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *