Certificazione energetica obbligatoria per tutti gli edifici dal 1° luglio. Il parere dei notai

Dal 1° luglio 2009 tutti gli immobili, in caso di trasferimentio a titolo oneroso, devono essere dotati di Attestato di Certificazione Energetica

L’articolo 35 della L. 133/2008 (conversione con modificazioni del D.L. 112/2008) ha soppresso l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica agli atti di compravendita degli immobili, e, in caso di locazione, di consegnare o mettere a disposizione del conduttore l’attestato di certificazione energetica.

Tali obblighi erano stati previsti dai commi 3 e 4 dell’articolo 6 del D.Lgs. 192/2005 che sono stati abrogati dal citato art. 35.
Lo stesso articolo 35 ha disposto l’abrogazione anche dei commi 8 e 9 dell’articolo 15 del D.Lgs 192/2005, che prevedevano le sanzioni relative alla mancata trasmissione della certificazione in caso di cessione (definitiva o in locazione) dell’immobile.

Eliminato l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica agli atti di compravendita, è invece rimasto ‘obbligo di dotare gli immobili dell’attestato,secondo l’art. 6 del D.Lgs. 192/2005, secondo le seguenti scadenze:

  • dal 1° luglio 2007, per gli edifici di superficie utile superiore a 1000 metri quadrati, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell’intero immobile;
  • dal 1° luglio 2008, per gli edifici di superficie utile fino a 1000 metri quadrati, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell’intero immobile con l’esclusione delle singole unità immobiliari;
  • dal 1° luglio 2009 per le singole unità immobiliari, nel caso di trasferimento a titolo oneroso.

Dal 1° luglio 2009, in caso di trasferimento di proprietà, quindi, tutti gli immobili devono essere dotati di certificazione energetica.

Ricordiamo che tutt’ora mancano le Linee Guida per la certificazione, NON emanate nemmeno con il recente D.P.R. n. 59/2009 (Regolamento di attuazione dell’articolo 4 del D.Lgs.192/2005).
Fino all’emanazione delle suddette Linee Guida nazionali, per le regioni che non hanno legiferato in materia, l’attestato di certificazione energetica è sostituito dall’attestato di qualificazione energetica.
Per fare chiarezza sul corretto comportamento da tenere in caso di compravendita di immobili il Consiglio Nazionale del Notariato ha emanato lo Studio n. 334-2009/C.

Clicca qui per scaricare lo Studio n. 334-2009/C del Consiglio Superiore del Notariato che suggerisce le linee di comportamento dei notai in relazione dell’allegazione dell’ACE o AQE al rogito.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *