Categorie catastali F/3 e F/4: accatastamento di fabbricati in corso di costruzione

Categorie catastali F/3 e F/4, le Entrate chiariscono come i Comuni possono effettuare segnalazioni per irregolarità

Le categorie catastali F/3 e F/4, relative ai fabbricati incorso di costruzione e definizione, sono necessariamente provvisorie, per un periodo che va dai 6 ai 12 mesi, come prevede la circolare 4/T del 2009 dell’Agenzia del Territorio.

E’ possibile ottenere una proroga presentando apposita dichiarazione del proprietario circa la mancata ultimazione dell’immobile.

Tuttavia sul territorio italiano ci sono oltre un milione di fabbricati appartenenti a tali categorie catastali F/3 e F/4: ciò dimostra che non sempre l’accatastamento in tali categorie sia di tipo provvisorio.

Fatte queste premesse, viene chiesto all’Agenzia delle Entrate quali margini di intervento ha il Comune per avviare un’attività di verifica.

Categorie catastali F/3 e F/4 e verifica da parte dei Comuni

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 27/E del 13 giugno ricorda che il Comune ha facoltà di produrre sempre segnalazioni al competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate e quindi anche per le unità immobiliari impropriamente censite nelle categorie:

  • F/3 – Unità in corso di costruzione
  • F/4 – Unità in corso di definizione

Le segnalazioni da parte dei Comuni possono essere effettuate ai sensi delle procedure dettate dalle seguenti norme:

  1. art. 3 comma 58 legge 662 del 1996
  2. art. 1 comma 336 legge 311 del 2004

Nel primo caso (legge 662/1996) si tratta di una generica segnalazione del Comune finalizzata alla verifica di immobili il cui classamento risulti non aggiornato ovvero palesemente non congruo rispetto a fabbricati similari e aventi medesime caratteristiche.

Nel secondo caso (legge 311/2004) trattasi di segnalazioni fondate su elementi concreti concernenti la sussistenza di situazioni di fatto non più coerenti con i classamenti catastali, per intervenute variazioni edilizie sugli immobili.

 

Clicca qui per scaricare la Circolare 27/E del 13 giugno 2016

 

Ti occorre un software per le pratiche edilizie (permesso di costruire, CILA, SCIA, ecc.)?

Clicca qui per scoprire Praticus-TA

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

6 commenti
  1. angypatri
    angypatri dice:

    Mi trovo a dover variare un sub da ‘in corso di costruzione’ a corte esclusiva di una abitazione già censita, in poche parole devo graffarla a questa u.i.., in effetti il sub in questione è un’area scoperta! Si tratta di una lottizzazione e tutti i sub erano stati definiti ‘in corso di costruzione’ ma per motivi a me sconosciuti quest’area scoperta non è stata variata con l’u.i. alla quale deve essere graffata e si trova F3 da piu di un anno. Come dovrei comportarmi? La sanzione?

    Grazie

    Rispondi
    • Mario Valentino
      Mario Valentino dice:

      Salve, la questione (come tutte quelle catastali) è alquanto spinosa e quindi le consiglio di chiedere consiglio ad un tecnico (un geometra) competente in materia.
      Entrando poi nel merito della domanda, è sicuramente fuori tempo (12 mesi) quindi le posso solo confermare quanto da lei scritto: dovrà effettuare una variazione catastale con il pagamento di una sanzione, che dovrebbe essere valutata dall’Agenzia delle Entrate da € 258 a € 2.066.
      Saluti

      Rispondi
  2. Parlacino Giuseppa
    Parlacino Giuseppa dice:

    Possiedo un F/3 da 12 anni, non ho mai costruito è rimasto terreno per tutti questi anni.
    Mi hanno addebitato un valore catastale di 60.734.,40 Euro e mi addebitano una cifra da pagare di 552,68 Euro.Nonostante io non abbia mai costruito nel corso degli anni in cui sono entrata in possesso del terreno ( progetto del precedente proprietario).Cosi mi sono ritrovata ad avere due immobili.Ma non è finita qui.Tra il primo fabbricato e il secondo c’è una differenza di valore catastale di 18.000 Euro, uno esiste e l‘altro no.Jo dovuto pagare di IMU per due immobili 1250,-Euro quas.Io lo trovo illegittimo e assurdo( emigrata in Germania).

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Categorie catastali F/3 e F/4: accatastamento di fabbricati in corso di costruzione […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *