Detrazione 65, è obbligatorio l’invio della documentazione all’Enea?

Detrazione 65, ecco la Sentenza del CTR Lombardia sul mancato invio all’Enea

La mancata produzione della ricevuta di invio documentazione all’Enea non compromette la fruizione della detrazione del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici, se l’esecuzione dei lavori e le relative spese sostenute risultano dimostrabili.

A precisarlo è la Commissione tributaria regionale della Lombardia con la Sentenza n. 853 del 10 marzo 2015.

Detrazione 65, Sentenza sul mancato invio

Il caso in esame riguarda il ricorso presentato da un privato cittadino in seguito al ricevimento della cartella esattoriale da parte dell’Agenzia delle Entrate, per aver dimenticato di inviare la documentazione all’Enea in merito alla detrazione fiscale (pari al 55%) per un intervento di efficientamento energetico effettuato.

Nel dettaglio, l’Agenzia aveva emesso la cartella esattoriale poiché non aveva riconosciuto al ricorrente la spesa sostenuta per la riqualificazione energetica e portata in detrazione nella misura del 55%, in quanto mancava la ricevuta di invio della documentazione all’Enea.

Il ricorso veniva respinto dalla Commissione tributaria provinciale, sostenendo che condizione essenziale per poter beneficiare della detrazione è l’invio all’ENEA della relativa documentazione, non essendo sufficiente la prova di aver sostenuto il costo dell’opera.

Il ricorrente impugnava la sentenza di primo grado e proponeva ricorso in appello presso la Commissione tributaria regionale.

Il CTR ribalta quanto precedentemente espresso: il contribuente può inviare una comunicazione di rettifica in caso di errori od omissioni, senza pregiudicare la fruizione dell’ecobonus.

La decadenza del beneficio della detrazione deve essere espressamente previsto dalla legge e l’invio della documentazione all’ENEA è niente altro che una mera comunicazione formale, la cui omissione può al più essere assoggettata ad una sanzione.

 

Clicca qui per scaricare la sentenza CTR Lombardia n. 853/2015, detrazione 65

 

Please follow and like us:

Diagnosi energetica, cos’è, chi è obbligato a farla e come va fatta?

Diagnosi energetica obbligatoria, come procedere e applicarla? Ecco le indicazioni del MISE

 

In base a quanto indicato dal D.Lgs. 102/2014, in attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, alcune imprese hanno l’obbligo di effettuare periodicamente la diagnosi energetica.

In dettaglio, le imprese tenute ad effettuare la diagnosi energetica sono:

  • le imprese ad alto consumo di energia sui siti produttivi (ossia iscritte nell’elenco annuale istituito presso la Cassa Conguaglio per il settore elettrico)
  • le imprese di grandi dimensioni, con almeno 250 dipendenti o un fatturato superiore a 50 milioni di euro e un totale di bilancio annuo superiore a 43 milioni di euro

 

Ricordiamo che la diagnosi energetica è uno strumento finalizzato ad analizzare il modo in cui l’energia viene utilizzata in azienda, evidenziando quali sono le cause di eventuali sprechi e la fattibilità tecnica ed economica di possibili interventi migliorativi.

 

Diagnosi energetica e chiarimenti del Ministero

Il MISE ha elaborato un documento contenente i chiarimenti in materia di diagnosi energetica.

Il documento risponde ad una serie di domande relative a soggetti obbligati e modalità di esecuzione della diagnosi energetica.

In particolare, i chiarimenti sono relativi a:

  • individuazione dei soggetti obbligati ad effettuare la diagnosi energetica
  • individuazione del sito produttivo
  • individuazione dei soggetti che eseguono la diagnosi energetica
  • modalità tecniche per eseguire la diagnosi energetica
  • termini per eseguire la diagnosi energetica, la comunicazione dei risultati e altri adempimenti
  • sanzioni previste in caso di inadempienza
  • modalità di comunicazione dei risparmi (secondo quanto previsto dal D.Lgs. 102/2014)

 

Inoltre, sono presenti 3 allegati riguardanti:

  • imprese multi-sito e metodo per determinare quelli da assoggettare alla diagnosi
  • esecuzione della diagnosi energetica, con esempi di struttura energetica aziendale ed individuazione dei dati
  • comunicazione dei risparmi ed esempio di schema di rendicontazione

 

Clicca qui per scaricare il documento MISE sulla diagnosi energetica

 

Please follow and like us:

Incentivi Conto Termico, prende il via il Bando GSE per la procedura di iscrizione ai Registri per l’anno 2015

Bando GSE 2015: disponibili 29 milioni di euro per gli operatori iscritti al Registro che intendono effettuare interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione.

Continua a leggere

Please follow and like us:

Detrazione 65%, dall’Enea le nuove specifiche su schermature solari e caldaie a biomassa

Vademecum Enea: i chiarimenti circa le tipologie di schermature solari e caldaie a biomassa a cui si applica l’ecobonus del 65%.

Continua a leggere

Please follow and like us:

Ponte termico, il nuovo Speciale di BibLus-net con esempi di calcolo agli elementi finiti

Calcolo ponte termico, il nuovo speciale di BibLus-net con esempi su finestra, solaio e balcone. Scarica subito la guida

Continua a leggere

Please follow and like us:

Certificazione energetica, arrivano le nuove regole per l’APE! Tutto quello che c’è da sapere nello Speciale di BibLus-net

Arrivano le nuove regole per la certificazione energetica: tutte le informazioni da sapere e un’anteprima del nuovo APE nello Speciale di BibLus-net

Continua a leggere

Please follow and like us:

Impianti di riscaldamento, libretto d’impianto e rapporto di controllo. Tutto quello che c’è da sapere nelle nuove FAQ del Ministero

Mise: pubblicate le nuove FAQ su efficienza energetica, libretto impianto e rapporto di controllo

Continua a leggere

Please follow and like us:

Al via la cabina di regia per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici

La Cabina di regia, di cui fanno parte il MiSE, il Ministero dell’ambiente, l’Enea e il GSE, ha come priorità la riqualificazione degli immobili della Pubblica Amministrazione.

Continua a leggere

Please follow and like us: