Se il prezzario non è aggiornato il bando è annullato

La mancata revisione annuale dei prezzari comporta l’annullamento del bando in quanto i prezzari hanno validità fino al 31 dicembre di ogni anno e in via transitoria solo per progetti approvati entro il 30 giugno dell’anno successivo.

Continua a leggere

La scure della Corte Costituzionale sul testo unico degli espropri

Il criterio di calcolo dell’indennità di esproprio non conduce ad un "ristoro integrale del danno subito per effetto dell’occupazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione, corrispondente al valore di mercato del bene occupato".

Continua a leggere

Appalto di progettazione ed esecuzione: fino al Regolamento tutto come prima

Per l’appalto integrato devono continuare ad essere applicate le norme previgenti e quindi il DPR 554/1999 e la Legge 109/94.

Continua a leggere

Nuovo Regolamento LL.PP.: il parere del Consiglio di Stato

Tale pronunciamento, tuttavia, contiene osservazioni in ordine soprattutto alla necessità di revisione del testo alla luce delle modifiche introdotte dal decreto legislativo 31 luglio 2007 n. 113.

Continua a leggere

Dall’ANCE tutti i chiarimenti sul “Reverse Charge”

Con il sistema del Reverse charge l’obbligazione tributaria s’inverte trasferendo la tassazione in capo all’acquirente il quale diviene il debitore dell’imposta in luogo del cedente.

Continua a leggere

Prosegue il cammino del Nuovo Regolamento dei Lavori Pubblici – Disponibile il testo e la relazione illustrativa

Il termine previsto per l’emanazione del regolamento è già trascorso.

Continua a leggere

I pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni solo ai contribuenti in regola

L’art. 48-bis del D.P.R. 602/1973 (introdotto dall’art.2, comma 9, del D.L. 3 ottobre 2006 n. 262, convertito, con modificazioni, nella legge 24 novembre 2006 n. 286) reca disposizioni sui pagamenti di importo superiore a diecimila euro da parte delle Pubbliche Amministrazioni.

Continua a leggere

I Chiarimenti dell’Autorità di Vigilanza sulle polizze dei progettisti

Le garanzie che il progettista deve fornire alla stazione appaltante sono disciplinate dall’art. 111 del Codice dei Contratti.

Continua a leggere

Il DURC si applica anche alle imprese straniere

Le imprese che hanno sede in un paese extracomunitario e che svolgono la propria attività anche in Italia sono soggette alla normativa sul DURC e alla iscrizione obbligatoria alla Cassa edile.

Continua a leggere

In vigore le modifiche al Codice dei Contratti

Il secondo decreto correttivo al codice dei contratti pubblici (D.Lgs. del 31 luglio 2007 n. 113) è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Supplemento Ordinario n. 173 alla G.U. n. 176 del 31 luglio 2007.

Continua a leggere

Dal C.N.I. arriva “La disciplina dei contratti pubblici” aggiornata a giugno 2007

Con le pubblicazioni della serie "Guida alla professione di ingegnere" il CNI si è posto l’obiettivo di fornire ai giovani ingegneri che si avvicinano alla professione una guida che ne illustri i principali aspetti e ne esamini le più importanti problematiche.

Continua a leggere

Codice dei contratti: percorso ad ostacoli per le modifiche. pronta una bozza del nuovo regolamento

Il Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163), entrato in vigore integralmente il 1° luglio 2006, ha visto sospese e rinviate al 1° febbraio 2007 (Legge 228/2006) alcune dispozioni tra le più innovative.

Continua a leggere

I chiarimenti dell’Autorità sull’accordo bonario

La procedura accelerata di conciliazione del contenzioso, denominata "accordo bonario", prevista dall’art. 31 bis della legge 109/94, è ora contemplata all’art. 240 del nuovo Codice dei Contratti.

Continua a leggere

Cosa cambia negli appalti pubblici con il “Codice dei Contratti”

Il primo luglio 2006 è entrato in vigore, integralmente, il D.Lgs. 163/2006 “Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”.

Continua a leggere

Piccole modifiche per il Regolamento di Qualificazione delle Imprese

Lievi modifiche per il Regolamento di qualificazione delle imprese (DPR 34 2000).

Continua a leggere

La regolarità fiscale nei contratti pubblici

Il comma 1, lett. g), dell’articolo 38 del Codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163) esclude i soggetti che “hanno commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti”:

Continua a leggere

Offerta Economicamente più vantaggiosa: le regole per redigere i bandi dalla Presidenza del Consiglio

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 163/2006 (Codice dei Contratti) le Stazioni Appaltanti, ai fini dell’aggiudicazione dell’appalto, possono optare (art. 81) tra il criterio del prezzo più basso e quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Continua a leggere

Niente gare per Università, Dipartimenti Universitari e Enti Pubblici

Con la deliberazione n. 119 del 27 aprile 2007 l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici afferma che gli enti pubblici, le università ed i dipartimenti universitari non possono partecipare a gare di appalto.

Continua a leggere

È vietato specificare i prodotti nei Capitolati Speciali di Appalto

Indicare prodotti e materiali nelle specifiche tecniche di appalto è vietato. Questo, in sintesi, è quanto ha stabilito l`Autorita` per la vigilanza sui contratti pubblici con la determinazione n. 2 del 29 marzo 2007.

Continua a leggere

Tariffe Professionali: l’Autorità chiarisce che i minimi tariffari non si applicano anche ai Lavori Pubblici

Il D.L. 223/2006, convertito con la L. 248/2006, (Bersani) ha sancito (art. 2) l’abrogazione delle tariffe obbligatorie fisse o minime per tutte le professioni.

Continua a leggere