Ecco l’elenco dei finanziamenti per professionisti e imprese dell’edilizia

Finanziamenti per professionisti ed imprese dell’edilizia, dal Mise la guida completa con l’elenco di tutti i finanziamenti e su come accedervi

Continua a leggere

Detrazione Iva su acquisto abitazione, la scheda pratica di BibLus-net

Buone notizie per costruttori e acquirenti: fino al 31 dicembre 2016 le persone fisiche possono usufruire della detrazione Iva per l’acquisto della casa. La scheda pratica di BibLus-net

Continua a leggere

Imu e tasi su immobili in comodato d’uso, cosa cambia rispetto al passato?

Dal 2016 Imu e Tasi sugli immobili concessi in comodato d’uso tra genitori e figli vengono dimezzate. Ecco cosa cambia rispetto al passato e quali sono i requisiti necessari

Continua a leggere

Professionisti e partite Iva, arriva il nuovo Statuto dei lavoratori autonomi, con tutele e agevolazioni

Statuto dei lavoratori autonomi, il ddl prevede deduzione totale delle spese per la formazione, pagamenti entro 60 giorni e maggiori tutele

Continua a leggere

Approvata la legge di Stabilità 2016, ecco le misure definitive per cittadini, imprese e professionisti

Legge di Stabilità 2016: approvato il testo definitivo, composto da un solo articolo e 999 commi. Ecco le principali novità su casa, lavoro, fisco, tasse, finanziamenti e opportunità varie

Continua a leggere

Tasse professionisti: niente Irap per chi esercita la professione in casa senza studio

Tasse professionisti: il professionista che esercita la professione in casa senza apposito studio non deve pagare l’Irap, neanche se si avvale di collaborazioni con studi esterni

Continua a leggere

Legge di Stabilità 2016: le novità su casa, detrazioni fiscali, bonus mobili, canone Rai

Il 15 ottobre 2015 il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge concernente la legge di Stabilità 2016 che introduce numerose novità su Tasi, Imu, canone Rai, bonus sulla casa, lavoro

Continua a leggere

Arriva il nuovo regime forfettario. Ecco i possibili vantaggi per professionisti e imprese

Nuovo regime forfettario: analisi delle caratteristiche e dei possibili vantaggi per professionisti e imprese con il nuovo regime fiscale

Continua a leggere

Differenza tra prima casa e abitazione principale

Qual è la differenza tra prima casa e abitazione principale? In questo articolo mettiamo in luce le reali differenze tra due concetti spesso confusi

Continua a leggere

Il dimensionamento di camini e caldaie: la guida di BibLus-net

La Guida al corretto dimensionamento di camini a legna, caldaie a pellet e a a condensazione con tutti i riferimenti normativi ed esempi pratici di progettazione

Continua a leggere

Cos’è un decreto legge? E che differenza c’è tra una legge, un decreto legislativo e un’ordinanza? Ecco tutto quello che occorre sapere

In questo articolo riproponiamo ai nostri lettori un utilissimo Speciale di BibLus-net sull’ordinamento giuridico italiano, la gerarchia normativa e la risoluzione dei conflitti

Continua a leggere

Riforma del Condominio, la guida di BibLus-net con tutte le novità

In un’agile guida tutte le novità della Riforma del Condominio: i compiti dell’amministratore, la gestione delle parti comuni, il bilancio, il regolamento, l’assemblea…

Continua a leggere

Aprire partita iva col nuovo regime dei minimi, ecco come fare

Aprire partita iva, ecco tutte le istruzioni e i nuovi modelli dell’Agenzia delle Entrate e le differenze tra nuovo e vecchio regime dei minimi

Continua a leggere

Ecoreati, è in vigore la nuova legge con pene fino a 15 anni e 100.000 euro di multa

Ecoreati, al via la legge contenente i nuovi delitti in materia ambientale con pene e sanzioni pecuniarie salatissime

Continua a leggere

Studi di settore per professionisti, ecco le istruzioni e i nuovi modelli per i professionisti

Studi di settore per professionisti, il decreto 15 maggio 2015 approva la revisione. Ecco il modello

Gli studi di settore sono uno strumento che il Fisco utilizza per rilevare la capacità produttiva di liberi professionisti, lavoratori autonomi e imprese. Vengono elaborati mediante analisi economiche e tecniche statistico-matematiche, consentendo di stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente.

Gli studi di settore sono utilizzati dal contribuente per verificare, in fase dichiarativa, il posizionamento rispetto alla congruità (il contribuente è congruo se i ricavi o i compensi dichiarati sono uguali o superiori a quelli stimati dallo studio, tenuto conto delle risultanze derivanti dall’applicazione degli indicatori di normalità economica) e alla coerenza (la coerenza misura il comportamento del contribuente rispetto ai valori di indicatori economici predeterminati, per ciascuna attività, dallo studio di settore), e dall’Amministrazione finanziaria quale ausilio all’attività di controllo.

 

Studi di settore, il decreto 15 maggio 2015

Sulla Gazzetta ufficiale del 21 maggio è stato pubblicato il D.M. 15 maggio 2015 che approva la revisione congiunturale speciale degli studi di settore relativi alle attività professionali, del commercio, del settore delle manifatture e dei servizi.

Dovendo tener conto degli effetti della crisi economica e dei mercati, il provvedimento introduce nuovi correttivi per il periodo di imposta 2014 che prendono in considerazione vari elementi, tra cui:

  • la contrazione dei margini di guadagno
  • la riduzione delle tariffe per le prestazioni professionali
  • i ritardi nei pagamenti riscontrati nel 2014
  • il minor grado di utilizzo degli impianti e dei macchinari
  • la riduzione dell’efficienza produttiva
  • gli andamenti congiunturali in relazione al territorio

I ricavi e i compensi, risultanti dall’applicazione degli studi di settore in vigore per il periodo di imposta 2014, sono determinati sulla base della nota tecnica e metodologica dell’Allegato 1.

Viene disposto l’annullamento dell’accertamento per i contribuenti che per il 2014 dichiareranno ricavi o compensi non inferiori a quelli risultanti dall’applicazione degli studi di settore integrati con i correttivi previsti dal DM 15 maggio 2015.

 

 Studi di settore, modulistica dell’Agenzia delle Entrate

Sulla base dei nuovi correttivi, l’Agenzia delle Entrate ha approvato (Provvedimento del 22 maggio 2015) i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, da presentare insieme alla dichiarazione Unico 2015.

L’invio dei modelli deve essere effettuato online e può avvenire direttamente, tramite i servizi telematici Entratel o Fisconline, o tramite degli intermediari abilitati.

 

Clicca qui per scaricare il D.M. 15 maggio 2015 (studi di settore)

Clicca qui per scaricare le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Clicca qui per scaricare i modelli di studio di settore per professionisti

 

Contributi Inarcassa, come chiedere la deroga al minimo integrativo

Ingegneri e architetti con fatturato inferiore a 15.724 Euro possono presentare richiesta di deroga al contributo soggettivo Inarcassa

Continua a leggere

Gestione separata Inps o Inarcassa? Quale forma assicurativa scegliere? Dall’Inps i chiarimenti per ingegneri e architetti

Circolare Inps 72/2015: i criteri generali per la corretta individuazione dell’ente competente in materia previdenziale, per i liberi professionisti che svolgono attività di ingegnere o architetto.

Continua a leggere

Prestazioni occasionali e professionisti iscritti all’Albo. E’ obbligatoria la partita Iva?

MEF: per esercitare qualsiasi attività professionale è necessaria la partita Iva, a prescindere dal fatto che si tratti di una prestazione occasionale o continuativa, se c’è l’iscrizione all’Albo.

Continua a leggere

Impianto antenna TV, ecco la guida al dimensionamento nello speciale di BibLus-net

Impianto antenna Tv, tutto quello che occorre sapere sul dimensionamento dell’antenna terrestre e satellitare nel nuovo speciale di BibLus-net. Scaricalo subito!

Continua a leggere