Case cantoniere Anas, pronto il bando per la riqualificazione

Case cantoniere Anas, il 20 luglio è stato presentato il bando per la concessione dei primi 30 immobili da riqualificare sulla rete stradale Anas

Lo scorso 20 luglio è stato pubblicato il bando dall’Anas per affidare in concessione le prime 30 case cantoniere sulla rete stradale Anas, che diventeranno alberghi, ristoranti e punti di informazione turistica.

Gli immobili interessati dal bando si trovano in Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia.

Le richieste di partecipazione al bando dovranno pervenire sul Portale Acquisti di Anas, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del 31/10/2016.

L’obiettivo è quello di aprire la prima “nuova casa cantoniera” entro giugno 2017.

Case cantoniere, cosa sono

Le case cantoniere sono immobili di proprietà demaniale gestiti dall’Anas, edificati nel 1830 e caratterizzati dal tipico colore rosso pompeiano. Il nome deriva dagli operai, i cosiddetti cantonieri, che erano addetti alla manutenzione dei “cantoni” delle strade e che per esigenze lavorative alloggiavano sul luogo di lavoro.

casa-cantoniera

Esempio di casa cantoniera

 

Ad oggi la case cantoniere sono state quasi totalmente dismesse e le poche presenti si trovano soprattutto al sud Italia. Al posto dell’operaio “cantoniere” troviamo squadre di addetti specializzati, dotate di mezzi e di strumentazione tecnologica.

Case cantoniere, il bando di gara

L’obiettivo è quello di aumentare i servizi all’automobilista, cercando di far crescere il marchio locale che rispecchi i requisiti di autenticità, genuinità e legame con il territorio, con grande attenzione a diversi aspetti quali:

  • la sostenibilità ambientale
  • l’efficienza energetica
  • la sicurezza
  • l’innovazione tecnologica delle infrastrutture

La ristrutturazione dell’immobile sarà a carico dell’Anas mentre il concessionario, che verserà un canone, avrà il compito di sviluppare le attività imprenditoriali in coerenza con le direttive del bando, garantendo i servizi di base definiti:

  • pernottamento
  • bar e ristoro
  • free Wi-Fi
  • postazioni di ricarica per i veicoli elettrici
  • info point di informazione turistica

Il bando di gara è rivolto a start-up, singoli imprenditori, consorzi, aziende, associazioni, cooperative. Ai fini dell’aggiudicazione conterà la capacità di sviluppare un progetto economicamente sostenibile e coerente con le finalità del modello proposto da Anas.

I contraenti saranno individuati sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Le concessioni dureranno 10 anni, trascorsi i quali si procederà ad un nuovo bando di gara.

 

Clicca qui per scaricare il bando di Gara Anas

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *