Canone Rai, il Consiglio di Stato boccia le nuove modalità di pagamento in bolletta

Canone Rai, il Consiglio di Stato fornisce parere negativo sulla norma che prevede il pagamento direttamente in bolletta elettrica. Manca la definizione di “apparecchio televisivo”!

Il pagamento del canone Rai in bolletta elettrica incorre in nuove problematiche.

La norma, infatti, è stata esaminata dal Consiglio di Stato che ha fornito il proprio parere consistente in una vera a e propria bocciatura.

Il Cds ha sollevato alcune critiche, tra cui la mancata definizione di “apparecchio televisivo“. Secondo i giudici di Palazzo Spada,  sarebbe stato opportuno precisare che il canone è dovuto solo a fronte del possesso di uno o più apparecchi televisivi in grado di ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare direttamente o tramite decoder. Tale informazione costituirebbe un elemento particolarmente utile per i cittadini, sia in relazione agli obblighi contributivi, sia in riferimento all’autodichiarazione concernente il mancato possesso di apparecchiature e alle conseguenze di carattere penale che possono derivare da una falsa dichiarazione, in base alle norme vigenti in materia.

Un’altra problematica è quella inerente la privacy del contribuente. La riscossione del canone imporrà lo scambio di dati sensibili tra i vari attori coinvolti:

  • anagrafe tributaria
  • Autorità per l’energia elettrica
  • Ministero dell’Interno,
  • Comuni
  • società private

Nel decreto non si rinviene alcun riferimento alla tutela dei dati sensibili del contribuente.

Inoltre, il Consiglio di Stato giudica insufficiente la diffusione di informazioni riguardanti gli adempimenti a carico dell’utenza, che richiederebbe forme più adeguate di pubblicità, in special modo per quanto concerne la dichiarazione di mancato possesso e la richiesta di rimborso.

In definitiva il Consiglio di Stato sospende l’espressione del parere in attesa che il testo venga integrato in modo tale da superare le criticità segnalate.

Il tempo è però poco: infatti la prima rata in bolletta elettrica è prevista per luglio 2016.

 

Clicca qui per conoscere tutto sull’esenzione canone Rai

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *