Cambiano Merloni e Regolamento: nuove regole per gli interventi di restauro (progettazione ed esecuzione)

Il D.Lgs. 22 gennaio 2004 n. 30 “Modificazioni alla disciplina degli appalti pubblici di lavori concernenti i beni culturali” contiene la procedura per le gare per l’affidamento dei lavori di restauro, cioè quelli appartenenti alle categorie OG2 e OS2.

Il D.Lgs. 22 gennaio 2004 n. 30 “Modificazioni alla disciplina degli appalti pubblici di lavori concernenti i beni culturali” contiene la procedura per le gare per l’affidamento dei lavori di restauro, cioè quelli appartenenti alle categorie OG2 e OS2.
Il provvedimento in questione interviene su tre aspetti: affidamento dei lavori, qualificazione degli esecutori e progettazione.
Per quanto concerne la fase di affidamento dei lavori, in particolare, si amplia la possibilità di ricorrere alla trattativa privata che è ora ammessa in caso di:

  • lavori di importo non superiore a 500.000 euro, a condizione che la trattativa sia preceduta da una gara informale alla quale devono essere invitati almeno 15 concorrenti in possesso di adeguati requisiti;
  • lavori di importo inferiore a 40.000 euro per i quali è possibile ricorrere, motivando la scelta effettuata, all’affidamento fiduciario;
  • lavori relativi a lotti successivi al primo se affidati all’impresa aggiudicataria del primo lotto e sempre che tale possibilità fosse stata prevista nel bando di gara.

Gli esecutori dei lavori devono essere in possesso della qualificazione per le categorie di riferimento a prescindere dall’incidenza percentuale di tali lavori rispetto all’appalto complessivo; ulteriori e più specifiche disposizioni sono rinviate a provvedimenti da emanarsi a cura del Ministero dei Beni culturali e del Parlamento.
Per la progettazione, infine, la novità di maggior rilievo è la possibilità di affidare le attività di supporto al RUP, di progettazione e direzione dei lavori anche a possessori della qualifica di restauratore dei beni culturali.
Per coordinare le disposizioni del provvedimento in commento è disposta l’abrogazione di alcuni specifici articoli della Legge 109/1994 e la modifica del DPR 554/99 attraverso l’emissione di un apposito DPR entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore.

Documento Dimensione Formato
D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 30 378 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *