Appalti inferiori a 40mila euro

Calcolo soglia di anomalia, il comunicato Anac

Calcolo della soglia di anomalia: il comunicato del Presidente Cantone con le indicazioni operative nel caso di aggiudicazione con il criterio del prezzo più basso

L’Anac ha pubblicato il 14 ottobre il comunicato del Presidente Cantone del 5 ottobre 2016.

L’Autorità risponde alle numerose richieste di chiarimenti in merito alle modalità di calcolo delle soglie di anomalia.

L’art. 97, comma 2 del nuovo Codice appalti, dlgs 50/2016 prevede che:

Quando il  criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso, la congruità delle offerte è valutata sulle offerte che presentano un ribasso maggiore o uguale ad una soglia di anomalia determinata, al fine di non rendere predeterminabili dai candidati i parametri di riferimento per il calcolo della soglia, procedendo al sorteggio, in sede di gara, di uno tra i 5 criteri presenti (a-b-c-d-e).

Calcolo soglia di anomalia, le modalità di calcolo

In relazione alle modalità di calcolo della soglia di anomalia vengono rilevate una serie di obiezioni ai criteri.

Calcolo  di cui alla lettera a)

Tale metodo riproduce quello previsto dall’art. 86, comma 1, dlgs 163/2006.

Le offerte di uguale valore dovevano essere prese  distintamente nei loro singoli valori sia per il calcolo della media aritmetica  sia per il calcolo dello scarto medio aritmetico. Qualora nell’effettuare il calcolo del 10 % delle offerte da accantonare fossero presenti più offerte di eguale valore, le stesse dovevano essere accantonate al fine del  successivo calcolo della soglia.

Il mancato accantonamento di un’offerta identica a quella presentata da un altro concorrente e accantonata per il calcolo della soglia di anomalia non produce discriminazione tra gli operatori  economici ammessi alla gara.

Calcolo  di cui alla lettera b)

La disposizione in esame appare priva dell’indicazione della grandezza rispetto alla quale va calcolato il menzionato 10%.

La norma dovrebbe essere letta come di seguito  indicato:

la media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte  ammesse, arrotondato all’unità superiore, con esclusione del 10 %,  rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso

Calcolo  cui alla lettera c) e d)

La soglia di anomalia è calcolata sulla base dei ribassi assoluti o dei ribassi percentuali conduce ai medesimi risultati. Per questo possono essere utilizzati indifferentemente i due metodi.

Calcolo  di cui alla lettera e)

La disposizione riproduce il calcolo di cui alla lettera a), aggiungendo  un ulteriore passaggio: la manipolazione della media degli  scarti.

una volta accantonate le ali,  individuata la media e lo scarto medio delle offerte che superano la predetta  media deve essere sorteggiato un coefficiente casuale da 0,6 a 1,4 da  moltiplicare allo scarto quadratico medio (il metodo e) coincide con quello a)  quando il coefficiente estratto è pari a 1)

La stazione appaltante in ogni caso può valutare la congruità di ogni offerta. Essa, in base ad elementi specifici, può apparire anormalmente bassa, anche se ciò non è espressamente previsto nella documentazione di gara.

 

Clicca qui per scaricare il Comunicato Anac del 5 ottobre 2016

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *