Calamità e cedimenti, in Gazzetta il modello per le richieste di contributo

Calamità e cedimenti, dal 1° al 31 marzo le domande di contributo per i Comuni a seguito di contenziosi connessi a sentenze esecutive. Le modalità di invio

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 14 febbraio 2017, contenente le modalità telematiche di acquisizione delle richieste di contributo da parte dei Comuni a seguito di contenziosi connessi a sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti.

Ricordiamo che il dl 113/2016 ha istituito il Fondo (con una dotazione di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016-2019) per i contenziosi connessi a sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali.

Le risorse sono attribuite ai Comuni per far fronte alle spese, di ammontare complessivo superiore al 50% delle spese correnti risultanti dalla media degli ultimi 3 rendiconti approvati, a seguito di sentenze esecutive relative a calamità e cedimenti.

Decreto 14 febbraio 2017: soggetti beneficiari, modalità e termini di invio e modello

Il decreto individua le modalità di acquisizione delle domande di contributo da parte dei Comuni e contiene, in allegato, il relativo modello di richiesta.

Nel dettaglio, individua:

  • gli Enti destinatari della misura finanziaria
  • il modello di certificazione
  • le modalità e i termini di invio

Soggetti beneficiari

Per l’anno 2017 possono fare richiesta di contributo i soli Comuni che sono obbligati a sostenere spese di risarcimento a seguito di sentenze esecutive dal 6 settembre 2016 al 31 marzo 2017.

Le calamità naturali, o i cedimenti strutturali, devono essersi verificate entro il 25 giugno 2016.

Anche i Comuni che hanno già trasmesso la certificazione (approvata con decreto 30 giugno 2016), possono fare domanda per la quota di contributo erariale non assegnata nell’anno 2016 per insufficienza dei fondi assegnati nello stesso anno.

Modello di certificazione

I comuni devono compilare la richiesta facoltativa avvalendosi dell’apposito modello, in allegato al decreto, mediante apposizione di firma digitale del responsabile del servizio finanziario e del segretario comunale.

Modalità e termini di invio

La richiesta deve essere inviata dai Comuni al Ministero dell’interno, esclusivamente con modalità telematica, tramite il Sistema certificazioni enti locali.

La presentazione delle domande avverrà dal 1° marzo 2017 e fino al 31 marzo 2017.

 

Clicca qui per scaricare il decreto 14 febbraio 2017

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *