Bagnoli Trigno (Isernia), straordinario Borgo che sembra un dipinto

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa / Salva PDF

Alla scoperta dei borghi d’Italia: tra il fiume Trigno e il torrente Vella si trova Bagnoli Trigno (IS), in Molise, un paesino di viuzze pittoresche e tortuose

In Italia ci sono 7.978 Comuni, di cui ben il 70% conta meno di 5.000 abitanti; alcuni di questi sono poco conosciuti, ma proprio per questo ricchi di fascino.

Quale miglior occasione delle lunghe e spensierate serate estive per andare alla scoperta di un caratteristico e ricco di storia paesino italiano?

BibLus-net corre in vostro aiuto e quest’anno ha deciso di istituire un piccola rubrica, proponendo una carrellata di 30 meravigliosi borghi d’Italia.

Innanzitutto cos’è un borgo e perché viene definito tale?

Nei secoli passati la denominazione “borgo” era spesso riservata ai paesi di una certa importanza che possedevano un mercato ed una fortificazione. La presenza di queste strutture differenziava il borgo dal villaggio, dal paese e dalla borgata. Probabilmente in età longobarda il borgo, che sorge sempre al piano, alla confluenza di una o più valli, svolgeva una funzione amministrativa e giurisdizionale per tutta l’area afferente.

Il borgo che vi presentiamo oggi è Bagnoli Trigno, un piccolo comune italiano di 733 abitanti, della provincia di Isernia, in Molise, i cui dati identificativi sono i seguenti:

  • coordinate: 41°42′N 14°27′E
  • altitudine: 660 m s.l.m.
  • superficie: 36,8 Km2
  • patrono: San Vitale di Roma
  • giorno festivo: 20 agosto
  • specialità: lo Scattone

Bagnoli Trigno (IS) – Molise

Bagnoli del Trigno è una perla che vi farà apprezzare ancor di più questa regione: tra il fiume Trigno e il torrente Vella, questo Borgo sembra un dipinto per quant’è bello.

Viuzze pittoresche e tortuose, che arrampicano letteralmente sulle rocce, scorci da cartolina, un bellissimo castello a dominare le case da uno sperone e una natura che la fa da padrona.

Se ci andrete in inverno, durante il periodo natalizio, potrete ammirare la sfilata delle ‘ndocce (una tradizione tipica di Agnone (IS), cittadina molisana situata a pochi chilometri da Bagnoli e famosa anche e soprattutto per la Pontificia Fonderia delle Campane Marinelli), così da vivere anche le tradizioni del luogo, per una visita a tutto tondo. Sarà amore a prima vista, garantito!

Le origini del paese sono ignote e si fanno risalire a diverse leggende, secondo le quali Bagnoli sarebbe stata fondata da un Duca che si abbevera nelle acque del Trigno; in un’altra con la costruzione di agglomerati urbani intorno a una sorgente termale (Balneoli, da cui il nome); e infine da alcune tribù per trovare riparo dalle invasioni barbariche.

Le prime notizie storiche risalgono al medioevo, quando il feudo era parte del Contado del Molise. Successivamente, dopo una serie di passaggi di proprietà anche tra signori francesi e spagnoli, diventa parte del Regno di Napoli e successivamente del Regno d’Italia.

Le attività principali della città sono l’agricoltura e la pastorizia, ma negli ultimi anni sono sorte diversi tipi di attività come quelle edili, dell’industria dell’acqua e dell’artigianato con la lavorazione delle pietre

[Fonti: Wikipedia , Skyscanner]

Di seguito proponiamo una galleria fotografica con le immagini più significative del posto:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *