Anghiari (Arezzo), la torre del campanile che fa da vedetta sulla valle

Alla scoperta dei borghi d’Italia, arrampicata sul fianco della collina, con le case in pietra che si colorano di rossastro al tramonto, ecco Anghiari (AR), in Toscana

In Italia ci sono 7.978 Comuni, di cui ben il 70% conta meno di 5.000 abitanti; alcuni di questi sono poco conosciuti, ma proprio per questo ricchi di fascino.

Quale miglior occasione delle lunghe e spensierate serate estive per andare alla scoperta di un caratteristico e ricco di storia paesino italiano?

BibLus-net corre in vostro aiuto e quest’anno ha deciso di istituire un piccola rubrica, proponendo una carrellata di 30 meravigliosi borghi d’Italia.

Innanzitutto cos’è un borgo e perché viene definito tale?

Nei secoli passati la denominazione “borgo” era spesso riservata ai paesi di una certa importanza che possedevano un mercato ed una fortificazione. La presenza di queste strutture differenziava il borgo dal villaggio, dal paese e dalla borgata. Probabilmente in età longobarda il borgo, che sorge sempre al piano, alla confluenza di una o più valli, svolgeva una funzione amministrativa e giurisdizionale per tutta l’area afferente.

Il borgo che vi presentiamo oggi è Anghiari, un piccolo comune italiano di 5.672 abitanti, della provincia di Arezzo, in Toscana, i cui dati identificativi sono i seguenti:

  • coordinate: 43°32′30″N 12°03′18″E
  • altitudine: 429 m s.l.m.
  • superficie: 130,92 Km2
  • patrono: Santissimo Crocifisso
  • giorno festivo: 3 maggio
  • specialità: Bringoli al sugo finto

Anghiari (AR) – Toscana

Anghiari fa parte della Valtiberina toscana, ovvero della parte più orientale della Toscana, che trae il suo nome dal fiume Tevere che la percorre in tutta la sua lunghezza. Quest’area fu un punto di incontro-scontro tra civiltà diverse.

Anghiari si arrampica sul fianco della collina, con le case in pietra che si colorano di rossastro al tramonto, la torre del campanile che fa da vedetta sulla valle, le stradine sali-scendi e i vasi di fiori sugli usci, che compaiono quasi per magia a ogni angolo del centro storico. Tutto intorno, naturalmente, i filari dei vigneti e il paesaggio sempre magico dei colli toscani.

Il comune ospita alcuni tra i pochi esercizi commerciali che ancora utilizzano antichi telai a mano.

[Fonti: Wikipedia , Skyscanner]

Di seguito proponiamo una galleria fotografica con le immagini più significative del posto:

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *