Bonus verde: prorogato per tutto il 2020

Il decreto Milleproroghe ha rinnovato per tutto il 2020 la possibilità di accedere alle detrazioni fiscali per interventi di sistemazione di terrazzi e giardini

Il Consiglio dei Ministri n. 20 del 21 dicembre 2019 ha approvato il dl dal titolo :”Disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica”, il cosiddetto Milleproroghe.

Le disposizioni approvate prevedono, tra l’altro:

  • la proroga al 31 dicembre 2021 della transizione verso il mercato libero dell’energia;
  • l’estensione al 31 dicembre 2021 dei termini per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione;
  • la proroga fino al 31 dicembre 2020 del bonus verde sulle spese sostenute per gli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali;
  • il rinvio al 31 luglio 2020 dell’adeguamento delle tariffe autostradali;
  • la proroga della durata di stati di emergenza di atti relativi alle quantificazioni dei danni subiti a causa di calamità naturali.

Il bonus verde 2020

Ricordiamo che il bonus verde è stato introdotto dalla legge di Bilancio 2018 (art. 1, commi da 12 a 15 – legge n.205/2017) e prevede a partire dall’anno di imposta 2018, una detrazione pari al 36% delle spese documentate sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, comprese le pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili.

A chi spetta

La detrazione spetta ai seguenti soggetti:

  • ai cittadini che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi e ai familiari conviventi dei predetti possessori o detentori;
  • ai singoli condomini, nel limite della quota a lui imputabile, per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.

Opere agevolabili

Sono agevolabili le spese riguardanti la sistemazione a verde, ex novo o di radicale rinnovamento, di:

  • aree scoperte private di edifici esistenti;
  • unità immobiliari;
  • pertinenze o recinzioni;
  • impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e giardini pensili;
  • sistemazione di giardini di interesse storico.

Le Entrate hanno poi chiarito che è detraibile anche la fornitura di piante e arbusti, anche in vasi mobili, se detta collocazione rientra in un intervento più ampio di sistemazione a verde di immobile residenziale.

Sono, inoltre, agevolabili anche le spese di progettazione e manutenzione relative all’esecuzione dei precedenti interventi.

 

Per maggiori dettagli sul bonus verde consigliamo la lettura di un articolo di approfondimento con le istruzioni di Assofloro.

 

edificius-land
edificius-land

 

Clicca qui per scaricare la circolare delle Entrate sul bonus verde


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *