Bonus mobilità 2020: le FAQ sull’acquisto agevolato delle bici

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Dal Ministero dell’Ambiente le FAQ sul bonus mobilità e l’acquisto agevolato di biciclette, veicoli per micromobilità e servizi. Ecco i dettagli

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato, sul proprio sito, le FAQ relative alle domande più frequenti sul graditissimo bonus bici.

Ricordiamo che nel decreto n. 34/2020 (Rilancio), pubblicato lo scorso 19 maggio  in Gazzetta Ufficile n. 128/2020, è previsto un bonus per l’acquisto agevolato di biciclette, anche a pedalata assistita, di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, come monopattini, hoverboard e segway, e per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture (per maggiori dettagli leggi l’articolo di BibLus-net sul bonus mobilità 2020).

Le domande più frequenti sul bonus mobilità

Le domande poste dai contribuenti sulle caratteristiche del bonus sono tematicamente focalizzate su:

  • consistenza;
  • riborsabilità;
  • come funziona e modalità di acquisto;
  • beneficiari;
  • prodotti acquistabili;
  • validità del bonus.

Nelle FAQ viene ribadito, tra l’altro, che:

  • il bonus, senza rottamazione, è un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e comunque non superiore a 500 euro;
  • ci saranno due fasi: in una sarà il cliente ad essere rimborsato del 60% della spesa, nella seconda, il cittadino paga al negoziante aderente direttamente il 40% e sarà il negozio a ricevere il rimborso del 60%.

Come funziona il bonus bici?

Il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del Ministero dell’ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

  • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.
  • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

Beneficiari

Si specifica che il bonus è usufruibile dai maggiorenni che hanno la residenza nei:

  • capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti;
  • Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti;
  • Comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Clicca qui per le FAQ bonus mobilità

 

solarius-pv

 

2 commenti
  1. Enrica
    Enrica dice:

    Buongiorno,

    a metà maggio ho acquistato una bicicletta mettendo, nella fattura, il mio indirizzo di residenza. Purtroppo non potrò chiedere l erogazione del bonus mobilità perché non ne ho diritto perché non vivo in una città adeguata per richiedere l’ erogazione.

    Sarà possibile comunque fare richiedere il bonus con la mia fattura, ad una persona con credenziali spid e residente in una città metropolitana?

    Grazie

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Enrica,
      nella fase 1 è possibile accedere al bonus semplicemente conservando la fattura e caricarla successivamente sul portale (in corso di attivazione). Tuttavia la fattura deve essere intestata alla stessa persona che chiede l’accesso al bonus (ossia l’intestatario del profilo SPID).

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *