Banda ultralarga, in Gazzetta il primo bando per 6 Regioni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Banda ultralarga, entro il 18 luglio 2016 le domande per la realizzazione della rete in fibra ottica in 6 Regioni. Le modalità di gara e gli importi assegnati

Al via le procedure per gli interventi di costruzione e gestione delle infrastrutture in Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Toscana e Veneto.

E’ stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il primo bando di gara che consente la progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione di infrastrutture passive e attive in modalità wholesale (ossia “all’ingrosso”) dei servizi di accesso alla rete.

Gli operatori di telecomunicazione sono chiamati dunque a gestire la rete ultraveloce consentendo agli utenti finali connessioni fino a 100 Mbps. La durata della concessione non può essere superiore a 20 anni.

I fondi pubblici sono pari a quasi 1,4 miliardi di euro, suddivisi in fondi statali e regionali.

La procedura di gara

La prima fase prevede una prequalifica dei concorrenti: nei 45 giorni a disposizione, gli operatori economici interessati dovranno fornire informazioni in riferimento ai requisiti minimi di partecipazione e sulle infrastrutture che intendono utilizzare.

La seconda fase riguarda la valutazione delle offerte.

I concorrenti ammessi a partecipare alla gara saranno invitati a presentare l’offerta tecnica ed economica.

I bandi prevederanno il criterio di aggiudicazione del’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, così come previsto dal nuovo codice appalti.

L’aggiudicazione della concessione sarà effettuata mediante procedura ristretta gestita tramite Piattaforma Telematica.

La scadenza del termine per la presentazione delle domande è alle ore 13,00 del 18 luglio 2016. Le offerte devono essere inviate mediante apposito sito.

Banda ultralarga, la distribuzione delle risorse

Le risorse sono così distribuite:

  • per l’Abruzzo ed il Molise l’importo complessivo massimo dell’investimento è di 123.008.137 euro
  • per l’Emilia Romagna l’’importo complessivo massimo dell’investimento è di 232.356.786 euro
  • per la Lombardia l’importo complessivo massimo dell’investimento è di 439.210.421 euro
  • per la Toscana l’importo complessivo massimo dell’investimento è di 222.209.102 euro
  • per il Veneto l’importo complessivo massimo dell’investimento è di 388.593.504 euro

 

Clicca qui per scaricare il bando di gara in Gazzetta (se va bene scaricare)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *