Autorizzazione sismica Lombardia, ecco le novità

Autorizzazione sismica Lombardia, ecco le novità

Autorizzazione sismica Lombardia, pubblicata la legge regionale che introduce novità sulle costruzioni in zona sismica

Al fine di adeguare la normativa regionale alle recenti disposizioni statali di semplificazione dei procedimenti in materia edilizia, la Regione Lombardia ha emanato la nuova legge regionale 33/2015  recante “Disposizioni in materia di opere o di costruzioni e relativa vigilanza in zone sismiche”.

Fermo restando l’obbligo del titolo abilitativo all’intervento edilizio, nelle località sismiche, a eccezione di quelle a bassa sismicità indicate ai sensi dell’articolo 83 del d.p.r. 380/2001, non è consentito iniziare i lavori senza preventiva autorizzazione sismica del competente ufficio.

Il provvedimento di autorizzazione o di diniego è rilasciato entro 60 giorni dalla presentazione dell’istanza.

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione i Comuni possono richiedere un parere tecnico alla Regione, da rilasciarsi entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta.

La nuova legge prevede una serie di novità, tra cui il trasferimento delle funzioni ai Comuni per le opere ricadenti sul loro territorio, deposito del progetto con gestione informatica delle pratiche sismiche, nuove autorizzazioni per inizio lavori, assoggettamento a collaudo statico indipendentemente dal sistema costruttivo adottato e dal materiale impiegato, etc.

In allegato proponiamo il testo completo della legge regionale.

 

Clicca qui per scaricare la legge regionale Lombardia 12 ottobre 2015, n. 33, costruzioni in zona sismica

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *