Autorità di Vigilanza: legittimo il divieto di subappaltare lavorazioni a partecipanti alla gara

L’Autorità di Vigilanza, nella Determinazione n. 14/2003, afferma che le Stazioni Appaltanti hanno piena facoltà di inserire nei bandi gara la “clausola di gradimento” sul divieto di affidare il subappalto ad imprese che hanno presentato autonoma offerta alla medesima gara.

L’Autorità di Vigilanza, nella Determinazione n. 14/2003, afferma che le Stazioni Appaltanti hanno piena facoltà di inserire nei bandi gara la “clausola di gradimento” sul divieto di affidare il subappalto ad imprese che hanno presentato autonoma offerta alla medesima gara.
La giurisprudenza – afferma tra l’altro l’Autorità – è costantemente orientata nel ritenere che sussiste la facoltà per la S.A. di individuare nel bando ulteriori adempimenti per i partecipanti alle gare di appalto, purché proporzionati alle finalità dell’amministrazione e purché non costituiscano richieste irrazionali e pretestuose.

Documento Dimensione Formato
Determinazione n. 14/2003 30 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *