Categorie Professioni tecniche

Autocertificazione CFP ingegneri: c’è tempo fino al 30 aprile 2019

Prorogato al 30 aprile l’invio dell’autocertificazione CFP ingegneri, relativa all’aggiornamento informale dell’attività professionale 2018. Le modalità di invio

Con riferimento all’obbligo di formazione continua per gli ingegneri, in base a quanto previsto dal Regolamento nazionale per la formazione continua (dpr 137/2012), è possibile ottenere 15 crediti formativi professionali, CFP, attraverso l’autocertificazione delle attività di aggiornamento informale, necessario a garantire qualità ed efficienza della prestazione professionale resa al proprio cliente.

Con la circolare del 13 dicembre 2018, n. 328 avente ad oggetto “Formazione – autocertificazione aggiornamento informale“, il Consiglio nazionale degli ingegneri, CNI, aveva chiarito che dal 19 dicembre 2018 al 31 marzo 2019 è possibile compilare l’autocertificazione per il rilascio dei 15 CFP ingegneri relativi all’aggiornamento informale legato all’attività professionale svolta nel 2018.

Tuttavia, nella seduta del 5 aprile 2019, il CNI ha deliberato la proroga del termine entro cui sarà possibile compilare il modello di autocertificazione per i 15 CFP legati all’attività professionale svolta nel 2018: è fissato al 30 aprile 2019.

Criteri di riconoscimento CFP informali

È possibile acquisire i 15 CFP  relativi all’attività di aggiornamento informale nelle modalità di seguito specificate:

  • articoli su rivista
  • monografie
  • contributo su volume
  • brevetti nell’ambito dell’ingegneria
  • partecipazione qualificata ad organismi, gruppi di lavoro, commissioni tecniche nell’ambito dell’ingegneria
  • partecipazione a commissioni di esami di stato per l’esercizio della professione di ingegnere

Guida alla compilazione

Per la dichiarazione relativa all’anno 2018 l’istanza di riconoscimento dei CFP deve avvenire esclusivamente online attraverso la compilazione di un apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione, cliccando sul tasto Richiedi CFP Informali disponibile nella pagina Autocertificazioni.

Segnaliamo al riguardo, la guida alla compilazione per l’autocertificazione CFP che, oltre ad utili chiarimenti in materia, descrive la modalità di riconoscimento e di invio dell’istanza, in particolare precisa che:

  • per compilare l’istanza è necessario disporre di credenziali personali di accesso al portale mying.it che potranno essere richieste, attraverso l’apposita procedura cliccando sul tasto richiedi credenziali (per coloro che sono già in possesso di credenziali non occorre richiederne nuove)
  • dopo aver effettuato l’accesso al portale, occorre cliccare sul tasto Autocertificazioni presente nel menù principale (il tasto comparirà solo dopo aver effettuato il login) e successivamente sul tasto Compila in corrispondenza del rigo autocertificazione 15 CFP
  • dopo aver compilato tutti i campi richiesti cliccare su Conferma per inoltrare l’istanza ed attendere che compaia il messaggio istanza correttamente inviata e l’indicazione dell’indirizzo email a cui è stata inoltrata copia dell’autocertificazione in formato PDF.

Clicca qui per scaricare la guida alla compilazione

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Francesca Ressa

Francesca lavora in ACCA software e collabora nella redazione di BibLus-net dal 2012. Si occupa prevalentemente di questioni legate alla sicurezza cantieri e sicurezza sui luoghi di lavoro, lavori pubblici e opere edili.

Articoli recenti

Bonus casa e bonus mobili: aggiornate le guide delle Entrate a maggio 2019

L'Agenzia delle Entrate ha aggiornato a maggio 2019 le guide sulle detrazioni fiscali per ristrutturazioni e sull'acquisto di elettrodomestici/mobili. Le…

2 ore ago

In arrivo i primi controlli e le sanzioni per violazione della privacy

Il 20 maggio era il termine ultimo per adeguarsi alla nuova disciplina in materia di protezione dei dati personali; ecco le…

2 ore ago

Edifici scolastici a rischio sismico: il Comune non è obbligato a chiuderli!

Cassazione: il Comune non ha l'obbligo di chiudere una scuola con basso indice di sicurezza sismica, purché programmi i lavori…

2 ore ago

Caldaie a condensazione, cosa occorre sapere per accedere alla detrazione fiscale

Il nuovo vademecum Enea sulle caldaie a condensazione: gli interventi agevolati, i requisti, le spese detraibili e la documentazione da…

2 ore ago

Innalzato il limite per la fattura semplificata: fino a 400 euro

Passa da 100 a 400 euro il limite per l’emissione della fattura semplificata. In corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il decreto…

2 ore ago

Cause ostative per l’applicazione del regime forfetario: dalle Entrate i chiarimenti

L'Agenzia delle Entrate chiarisce che si può applicare il regime forfetario anche se si è titolare del 50% di una società…

2 ore ago