Immagine categoria approfondimenti tecnici

Auto di imprese e professionisti: l’Agenzia delle Entrate quantifica la percentuale di detrazione IVA e approva il modulo di richiesta di restituzione

Prima del 14 settembre 2006, la detrazione IVA per le autovetture aziendali era stabilita al 15% per gli acquisti e i canoni di leasing; l’imposta sul valore aggiunto era totalmente indetraibile per le spese di gestione del veicolo (carburanti, manutenzioni, etc.).

Prima del 14 settembre 2006, la detrazione IVA per le autovetture aziendali era stabilita al 15% per gli acquisti e i canoni di leasing; l’imposta sul valore aggiunto era totalmente indetraibile per le spese di gestione del veicolo (carburanti, manutenzioni, etc.).
Dopo la sentenza della Corte di giustizia europea che ha sancito l’incompatibilità di tali disposizioni con la normativa comunitaria, il Governo ha previsto (D.L. 258/06) la possibilità di richiedere il rimborso dell’imposta non detratta, mediante istanze da presentare al Fisco entro il 16 aprile 2007. La percentuale rimborsabile dell’IVA versata, tuttavia, deve essere stabilita dall’Agenzia delle Entrate.
Con il Provvedimento del 22 febbraio 2006 è stato finalmente approvato il modello da utilizzare per la domanda del rimborso forfetario dell’IVA detraibile relativa agli acquisti di autovetture e motoveicoli, nonché alle spese accessorie, effettuati nell’esercizio dell’impresa, arte o professione a partire dal 1° gennaio 2003 e fino alla data del 13 settembre 2006.
Il rimborso può essere richiesto in misura forfetaria ovvero in via analitica, sulla base di idonea documentazione.
Il citato provvedimento individua per i distinti settori le percentuali forfetarie di imposta detraibile, in base all’utilizzo medio delle autovetture e degli autoveicoli nelle ordinarie modalità di svolgimento dell’attività.

Documento Dimensione Formato
Modulo di richiesta di rimborso 84 Kb PDF
Modulo di richiesta di rimborso 72 Kb PDF
Testo Coordinato D.L. 258 69 Kb PDF
Sentenza causa C-228/05 162 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *