Arriva l’auto connessa: Microsoft, Renault e Nissan presentano il veicolo che guida da solo

Auto connessa, Microsoft si accorda con Renault e Nissan per la produzione del nuovo veicolo capace di guidare da solo connesso con smart Cloud Microsoft Azure

Renault, Nissan e Microsoft hanno siglato un contratto pluriennale per lo sviluppo di servizi e tecnologie sull’auto connessa di prossima generazione.

Le automobili saranno dotate della piattaforma di smart Cloud Microsoft Azure.

La tecnologia di guida autonoma permette di avere servizi mirati a migliorare la fruizione del tempo libero a bordo.

L’esperienza di guida migliorerà grazie ad una serie di novità tecnologiche quali:

  • la navigazione avanzata
  • la manutenzione predittiva
  • i servizi focalizzati sul veicolo
  • il controllo remoto delle funzionalità dell’automobile
  • connessione mobile esterna
  • aggiornamenti wireless in modalità OTA

Si tratta quindi di una vera e propria rivoluzione nel campo automobilistico.

Oltre la guida autonoma sarà possibile sfruttare applicazioni di prevenzione degli incidenti.

Interni Auto Microsoft

Interni Auto Microsoft-Nissan

La tecnologia “Geofencing” creerà barriere invisibili attorno all’automobile capaci di inviare informazioni quando l’auto entra o esce da un’area o una strada predefinita.

Geofencing

Esempio di tecnologia Geofencing

Sarà inoltre possibile effettuare il pagamento automatico del parcheggio o del pedaggio semplicemente sfiorando lo schermo sulla console della vettura, ma anche controllare l’auto a distanza in qualsiasi momento dal cellulare, dal tablet o dal pc portatile così da trasferire, ad esempio, il controllo a un amico o un parente che deve usare l’auto, senza consegnare fisicamente la chiave.

Il 2020, data di lancio stimata, è vicino e saranno previsti oltre 10 veicoli dotati di soluzioni per l’automazione della guida che, ricordiamo, però non faranno a meno di un umano al volante.

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *