Immagine categoria approfondimenti tecnici

Attenzione al decoro degli edifici, il manufatto che non lo rispetta va abbattuto!

Per la Cassazione la nozione di decoro architettonico è più restrittivo e non coincide con quello di aspetto architettonico.

Il manufatto realizzato sopra l’ultimo piano di un condominio che non rispetti il “decoro architettonico” va demolito, anche se compatibile con l’aspetto architettonico complessivo dell’edificio.
È il principio stabilito dalla Corte di Cassazione con la Sentenza n. 10048 depositata il 24 aprile 2013.

Nel caso in esame, i giudici della Corte d’Appello avevano deciso che il manufatto costruito su una terrazza di un edificio condominiale anche se indecoroso non andava abbattuto poiché rispettava lo stile architettonico del palazzo.
Di avviso contrario la Suprema Corte, secondo la quale la nozione di decoro architettonico (art. 1120 del Codice Civile) è più restrittiva e non coincide con quella di aspetto architettonico (art. 1127 del Codice Civile).

Pertanto, il corpo di fabbrica aggiunto alla preesistente costruzione, pur rispettando in linea di massima l’aspetto architettonico, va abbattuto se arreca un pregiudizio al decoro complessivo dell’edificio, tanto più se si tratta di un manufatto di significativa volumetria, ben visibile all’esterno e tale da alterare le linee originarie dell’intero stabile.

Clicca qui per scaricare la Sentenza della Corte di Cassazione n. 10048 del 24 aprile 2013

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *