Approvati i contenuti minimi del P.S.C.

Nella seduta del 23 maggio 2003 è stato approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto presidenziale che disciplina i contenuti minimi dei piani di sicurezza e di coordinamento dei cantieri temporanei o mobili

Nella seduta del 23 maggio 2003 è stato approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto presidenziale che disciplina i contenuti minimi dei piani di sicurezza e di coordinamento dei cantieri temporanei o mobili.
Il provvedimento (di cui all’art. 31 L. 109/94 e art. 22 D.Lgs. 528/99), che era già stato approvato in via preliminare il 21 settembre 2001, ha subito alcune modifiche al fine di recepire i pareri della Conferenza unificata e del Consiglio di Stato.
La modifica di maggior rilievo è l’inserimento della cosiddetta “clausola di cedevolezza”, che fa venir meno l’efficacia delle disposizioni statali con l’entrata in vigore della disciplina regionale o delle province autonome in materia.
Nella stessa seduta il Consiglio ha approvato, in secondo esame preliminare, il Decreto Legislativo di attuazione della direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l’uso delle attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori.
La citata direttiva 2001/45/CE, che modifica ed integra la direttiva 89/655/CEE recepita dalla normativa italiana con il D. Lgs. 626/94, contiene in particolare disposizioni relative all’uso delle attrezzature di lavoro nell’esecuzione di lavori temporanei in quota.

Documento Dimensione Formato
Schema di regolamento sui contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 65 Kb PDF
Direttiva 2001/45/CE 62 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *