Annunci immobiliari, certificazione energetica e indice di prestazione energetica: facciamo chiarezza

Dal primo gennaio 2012 negli annunci commerciali di compravendita immobiliare è necessario indicare l’indice di prestazione energetica globale degli edifici (Epgl).

Dal primo gennaio 2012 negli annunci commerciali di compravendita immobiliare è necessario indicare l’indice di prestazione energetica globale degli edifici (Epgl).
Il D.Lgs. 28/2011 (Decreto Rinnovabili) al fine di rendere trasparente il mercato immobiliare, dando giusto valore agli immobili, afferma che “…nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unità immobiliari, a decorrere dal primo gennaio 2012, gli annunci commerciali di vendita riportano l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica”.

Scatta quindi l’obbligo a livello nazionale di riportare negli annunci immobiliari di compravendita l’indice di prestazione energetica globale. Sono esclusi gli annunci di locazione di edifici o singole unità immobiliari, in quanto non espressamente citati nella norma. Eccezione fatta solo per la Lombardia che ha esteso tale obbligo anche agli annunci commerciali di locazione.

Ricordiamo brevemente che l’indice di prestazione energetica globale (Epgl) deriva dai fabbisogni di energia primaria per riscaldamento e per acqua calda sanitaria.
Pertanto in caso di compravendita non è più ammessa l’autocertificazione in classe G in quanto non riporta l’Epgl che, invece, per gli acquirenti risulta di immediata lettura, per dedurre i consumi effettivi e fare il confronto con altri immobili.

In allegato all’articolo viene proposto un documento redatto dall’ANIT in cui viene chiarito quanto è prescritto dalla norma e gli adempimenti previsti per tecnici, agenzie immobiliari e chiunque voglia pubblicare un annuncio di vendita o locazione di immobili.

Clicca qui per scaricare il documento di sintesi ANIT

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *