Ancoraggi per lavori in quota, la nuova guida con immagini ad alta risoluzione

Ancoraggi per lavori in quota, l’Inail pubblica il nuovo quaderno sulla sicurezza in varie lingue e con immagini ad alto dettaglio

Continuano le pubblicazioni Inail dedicate alla sicurezza cantieri caratterizzate da immagini ad alta risoluzione e descrizioni sintetiche in varie lingue: infatti, vista la frequente presenza di personale straniero e considerate le particolari tipologie di azioni svolte in cantiere, in questi luoghi è necessario un tipo di comunicazione incisiva ed efficace, che consenta l’acquisizione rapida degli elementi di base per l’incolumità del singolo lavoratore e degli altri.

In questo articolo proponiamo la guida agli ancoraggi per lavori in quota, che ha lo scopo di fornire uno strumento agile e immediato per innalzare i livelli di sicurezza nei cantieri.

Le tipologie di ancoraggio illustrate sono le seguenti:

  • ancoraggio di sicurezza in copertura
  • ancoraggio speciale a V con elemento a squadro e ancorante meccanico o chimico
  • ancoraggio lineare e ancoraggi puntuali permanenti
  • ancoraggio lineare permanente rigido
  • ancoraggio lineare permanente flessibile
  • ancoraggio lineare permanente flessibile con piastra di ripartizione
  • ancoraggio lineare permanente flessibile doppio
  • ancoraggio lineare permanente flessibile
  • ancoraggio lineare permanente flessibile (trattenuta)

 

 

I testi del documento sono ridotti al minimo sono tradotti in varie lingue e le immagini sono proposte al massimo del dettaglio, in modo da fornire il maggior numero possibile di indicazioni per il corretto utilizzo di dispositivi di protezione, opere provvisionali e attrezzature di lavoro.

Lavori in copertura

Particolare attenzione è necessaria in caso di lavori in copertura. L’Elaborato Tecnico della Copertura contiene le istruzioni tecniche per il progetto delle misure di prevenzione e protezione (ganci di sicurezza) da realizzare sulla copertura per consentire nei successivi interventi, impiantistici e di manutenzione, l’accesso in sicurezza in copertura.

L’elaborato contiene i seguenti documenti:

  • la relazione tecnica illustrativa (con verifiche dei sistemi anticaduta)
  • la relazione tecnica di calcolo degli ancoraggi
  • le planimetrie della copertura

 

Clicca qui per scaricare la guida illustrata Inail sugli ancoraggi

Clicca qui per scaricare la versione gratuita del software per la sicurezza dei lavori in copertura

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

3 commenti
  1. Garimoldi Giovanni
    Garimoldi Giovanni dice:

    scusate, ma nel punto 2 accennate ai fissaggi metallici o chimici..Credo che sia opportuno dare indicazioni sul corretto utilizzo degli stessi e sulla procedura d’installazione, sul perché si utilizza un ancorante chimico piuttosto che un ancorante metallico e via discorrendo . Se foste interessati ad approfondire questo punto sono a vostra disposizione.
    Cordiali saluti

    Garimoldi Giovanni

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *