Immagine categoria approfondimenti tecnici

Anche il Ministero delle Finanze sostiene che il POS non sia obbligatorio per ingegneri, architetti e geometri

I dispositivi per il pagamento con carte di debito sarebbero da considerarsi un onere e non un obbligo.

Il Ministero delle Finanze interviene sull’obbligo di dotazione del POS. A pochi giorni dall’entrata in vigore della norma che obbligherebbe tutti i professionisti a dotarsi di dispositivo per il pagamento elettronico, anche il MEF fornisce il proprio parere con una risposta a un’interrogazione parlamentare dello scorso 10 giugno (interrogazione n. 5-02936).

Secondo il Ministero, i dispositivi per il pagamento con carte di debito sarebbero da considerarsi un onere e non un obbligo, perché non sono associate sanzioni ai professionisti che non dovessero ottemperare alla disposizione prevista dall’art. 15, comma 4 del decreto legge n. 179/2012 (successivamente convertito in Legge n. 221/2012).

Ricordiamo che recentemente hanno fornito chiare indicazioni su come comportarsi sia il Consiglio nazionale degli ingegneri che quello degli architetti (V. art. “POS professionisti, se sul contratto è prevista l’esclusione non c’è nessun obbligo”).

Clicca qui per scaricare la risposta parlamentare dell’11 giugno 2014

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *