In arrivo dalla Cdp il Prestito Investimenti Fondi Europei per Comuni, Province e Città Metropolitane

Dalla Cdp il Prestito Investimenti Fondi Europei come anticipo agli enti locali sui fondi europei. Cos’è e come funziona

La Cassa depositi e prestiti ha lanciato il Prestito Investimenti Fondi Europei: il nuovo strumento che intende favorire l’accesso ai fondi europei da parte di Comuni, Province e Città metropolitane.

L’obiettivo è di accelerare l’avvio degli investimenti anticipando la copertura finanziaria dei progetti candidabili a ottenere le risorse dei fondi europei: FESRF, Fondo europeo di sviluppo regionale e FEASR, Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale.

In pratica, gli enti non dovranno attendere l’effettivo incasso dei fondi europei; il prestito è in grado di fornire fino al 100% della copertura finanziaria degli investimenti pubblici, consentendo l’avvio e il completamento celere degli stessi.

È previsto un periodo di utilizzo fino al 2023 e una durata dell’ammortamento fino a 20 anni; il prestito, inoltre, dovrà essere rimborsato anticipatamente, obbligatoriamente, al momento dell’incasso del contributo dei fondi europei, senza alcun onere aggiuntivo a carico degli enti. In caso di mancata concessione del contributo, il prestito resterà in essere.

Prestito Investimenti Fondi Europei, cos’è e come funziona

Beneficiari

Comuni, Province e Città Metropolitane.

Finalità

Realizzazione di investimenti pubblici.

Importo nominale

A partire da euro 5.000 euro.

Modalità di erogazione

La somma finanziata viene concessa in una o più soluzioni nel periodo compreso tra la stipula del contratto ed il 30 novembre 2023.

Durata del prestito

Il preammortamento decorre dalla data della stipula e termina il 31 dicembre 2023; l’ammortamento ha durata pari a: 5, 10, 15 e 20 anni, in base alla scelta dell’ente in fase di richiesta del prestito.

Domanda

La domanda di prestito può essere effettuata esclusivamente online.

 

Clicca qui per scaricare il comunicato della Cassa depositi e prestiti

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *