Professionisti: ecco le Casse convenzionate con l’Inps per il cumulo gratuito contributi

Cumulo gratuito contributi: Inarcassa (architetti e ingegneri), Eppi (periti industriali) e Cipag (geometri) tra le Casse dei professionisti

Firmata la convenzione fra Inps e l’Associazione delle Casse di previdenza dei professionisti, Adepp, prende operativamente il via il meccanismo previsto dalla legge di Bilancio 2017, il cumulo gratuito dei contributi pensionistici, con i primi pagamenti previsti a partire dal 20 aprile.

Cumulo gratuito contributi

Il cumulo gratuito dei contributi offre la possibilità di mettere insieme i contributi versati in più gestioni per conquistare una sola pensione.
Fermo restando le vigenti disposizioni in materia di totalizzazione e di ricongiunzione, i soggetti iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria nonché alle Casse Professionali che non siano già titolari di trattamento pensionistico presso una delle predette gestioni, hanno facoltà di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti al fine del conseguimento di un’unica pensione; il tutto gratuitamente e senza costi esorbitanti delle ricongiunzioni.

Dal 1° gennaio 2017 questa possibilità è stata estesa anche ai professionisti (ingegneri, architetti, geometri, geologi, ecc. ) che hanno versamenti sia all’Inps che alle loro Casse privatizzate.

Convenzione Inps-Adepp

La Convenzione Inps-Adepp fissa le regole per applicare il cumulo dei contributi; in particolare stabilisce che:

  • la domanda è presentata all’Ente/Cassa di ultima iscrizione, ovvero, a quello presso il quale l’assicurato è iscritto al momento del verificarsi dell’evento inabilitante o del decesso. In caso di ultima iscrizione a più forme assicurative è facoltà dell’assicurato scegliere l’Ente/Cassa cui presentare la domanda
  • l’INPS metterà a disposizione degli Enti/Casse coinvolti nella gestione della domanda di pensione in totalizzazione o in cumulo una procedura automatizzata. Questa procedura consentirà:
    • l’acquisizione e/o la validazione delle informazioni necessarie e dei dati contributivi e assicurativi
    • l’accertamento del diritto e della misura della pensione
    • la predisposizione del prospetto riepilogativo dei dati utili per l’adozione del provvedimento
    • la visualizzazione dell’esito della domanda e del trattamento pensionistico complessivo spettante
  • a seguito della presentazione della domanda di pensione in regime di totalizzazione/cumulo ciascun Ente/Cassa valida, con carattere certificativo nella procedura automatizzata, i dati relativi alle anzianità contributive utili per il diritto e la misura ed i periodi di riferimento, presenti negli archivi del Casellario centrale degli iscritti attivi relativi al soggetto richiedente
  • l’Ente istruttore accerta la sussistenza del diritto al trattamento richiesto, ne indica la decorrenza, determina la quota di propria competenza e acquisisce dal sistema le quote di competenza delle altre forme assicurative interessate alla totalizzazione o al cumulo da quest’ultime determinate

Casse aderenti alla Convenzione

Ad oggi risulta che le Casse previdenziali private che hanno firmato la Convenzione con l’Inps per l’erogazione del pagamento delle pensioni in cumulo per i professionisti sono:

  • Enpam (medici)
  • Inarcassa (architetti e ingegneri)
  • Enpav (veterinari)
  • Enpapi (infermieri)
  • Eppi (periti industriali)
  • Cipag (geometri)
  • Enpaf (farmacisti)
  •  Enpap (psicologi)

I dati

L’Inps stima che ci siano circa 702.000 professionisti interessati dal cumulo gratuito dei contributi, 70.000 dei quali hanno più di 60 anni.

I 5.000 lavoratori che hanno già fatto domanda all’INPS non dovranno ripresentarla e saranno valutati con le nuove regole.

Per quel che riguarda il pagamento delle spese delle pratiche amministrative per le pensioni (circa 65 euro a pratica), che l’Inps vorrebbe dividere con gli altri Enti mentre questi ultimi no, la decisione è stata rimandata ad un tavolo tecnico.

 

Clicca qui per accedere al sito Cumulo e Casse professionali

Clicca qui per conoscere Compensus, il software gratuito per calcolare i corrispettivi delle prestazioni di progettazione

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

1 commento
  1. Rolando
    Rolando dice:

    Finalmente si è arrivati al cumulo pensionistico gratuito. Ci si augura che l’iter delle pratiche per ottenere il riconoscimento degli anni lavorativi, sia il più breve possibile e non incontri i soliti intoppi politici o burocratici cui purtroppo siamo abituati. Se tutto ciò andrà a buon fine, si dovrà ammettere che è stato fatto un passo avanti nei confronti di quanti hanno lavorato e contribuito, versando denaro nelle casse dei vari enti. Stiamo a vedere fiduciosi cosa accadrà.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *