Al via il bando per l’abbattimento delle Vele di Scampia

Pubblicato il bando per l’abbattimento di 3 delle 4 Vele di Scampia e riqualificazione della quarta. Entro l’8 maggio 2017 l’invio delle offerte

Al via i 2 bandi per rilanciare la zona delle Vele di Scampia – Napoli.

Dopo l’assegnazione del finanziamento da 26 milioni di euro, il Comune di Napoli ha predisposto 2 bandi per la presentazione dei progetti di riqualificazione.

Primo bando demolizione Vele

Pubblicato il primo bando relativo al progetto Restart Scampia: da margine urbano a centro dell’area metropolitana, che rappresenta una prima fase della strategia complessiva di riqualificazione delle Vele di Scampia.

Il bando è relativo alla progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, e direzione lavori per l’abbattimento di 3 delle 4 Vele e per la riqualificazione della quarta, oltre della sistemazione degli spazi aperti risultanti dalla demolizione.

Il bando prevede 22 giorni di tempo per la presentazione delle proposte, entro e non oltre le ore 12:00 dell’8 maggio 2017 e 50 giorni di tempo al vincitore del bando, per la predisposizione della progettazione esecutiva che sarà oggetto della successiva gara lavori per l’abbattimento e la rifunzionalizzazione.

Secondo bando demolizione Vele

Nei prossimi giorni sarà completato e pubblicato anche il secondo bando, che avrà il compito di ridefinire l’area e la sua riqualificazione.

Si tratta del Piano urbanistico esecutivo dell’area, al fine di rendere Scampia un punto di contatto con i Comuni limitrofi, dove si andranno a localizzare nuove strutture, in grado di determinare una rigenerazione urbana della zona.

La storia delle Vele

Le Vele di Scampia (4 grandi edifici nella periferia nord di Napoli) vennero costruite su progetto dell’architetto Franz Di Salvo tra il 1967 e il 1975.

Facevano parte di un progetto abitativo di larghe vedute: prevedeva anche uno sviluppo della città di Napoli nella zona est di Ponticelli. Ma ben presto sono diventate famose perché considerate simbolo del degrado di alcune zone della città, dove gli appartamenti sono vecchi e decadenti o abitati abusivamente.

Inizialmente gli edifici erano 7; poi 3 furono demoliti alla fine degli anni ’90 e rimasero in piedi solo 4 strutture.

Il 29 agosto 2016 una delibera comunale ha previsto l’abbattimento di tre delle quattro vele ancora esistenti e la riqualificazione della quarta.

 

In allegato il bando, il capitolato tecnico prestazionale e il disciplinare di gara.

 

Clicca qui per scaricare il bando, il capitolato e il disciplinare

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *