Aggiornate le linee guida Anac n. 1 per garantire l’equo compenso

Aggiornamento linee guida Anac n. 1: ricorso alla formula bilineare per calcolare l’equo compenso nelle gare con offerta economicamente più vantaggiosa

Dopo il periodo di consultazione pubblica l’Anac ha aggiornato (con delibera n. 417 del 15 maggio 2019) le linee guida n. 1 riguardati l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria con indicazioni aggiuntive in riferimento al principio dell’equo compenso.

Accogliendo il suggerimento espresso dal Consiglio di Stato, l’Anac ha ritenuto opportuno aggiornare le linee guida per fornire alcune indicazioni volte a coordinare la disciplina della determinazione del corrispettivo da porre a base di gara con l’introduzione del principio dell’equo compenso.

L’art. 19-quaterdecies, comma 3, del decreto fiscale (dl n. 148/2017) ha previsto l’obbligo per la Pubblica Amministrazione di garantire il principio dell’equo compenso per le prestazioni rese dai professionisti.

Le indicazioni per garantire il principio dell’equo compenso

L’Anac scrive:

se il concorrente presenta in sede di offerta un ribasso sull’importo a base di gara, determinato sulla base dei corrispettivi calcolati facendo riferimento al decreto Parametri (come previsto dal Codice dei contratti pubblici), si pone il problema di definire quale sia il “compenso equo” ai sensi dell’art. 19-quaterdecies del decreto n. 148/2017, tenuto conto che si potrebbe verificare l’ipotesi che il ribasso offerto sia così elevato da rendere non equo il corrispettivo per l’attività professionale, seppur derivante da una libera scelta dell’operatore economico e non da un’imposizione della stazione appaltante.

A tal riguardo, l’Anac indica, come soluzione più appropriata, di agire sulla formula per l’attribuzione dei punteggi relativi al criterio prezzo nel caso di aggiudicazione mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa; suggerisce, in pratica, alle stazioni appaltanti di utilizzare la formula bilineare, rispetto quella classica dell’interpolazione lineare.

Una soluzione apparsa più appropriata, nel caso di aggiudicazione mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è quella di agire sulla formula per l’attribuzione dei punteggi relativi al criterio prezzo; partendo dal presupposto che la formula classica dell’interpolazione lineare […] accentua la concorrenza inducendo i concorrenti a formulare offerte aggressive per conseguire un punteggio particolarmente elevato a fronte di punteggi ridotti per gli altri concorrenti, è stato suggerito il ricorso alla formula bilineare.

Formula bilineare

Nel caso di formula bilineare il punteggio cresce linearmente fino a un valore soglia, calcolata ad esempio come media del ribasso dei concorrenti, per poi flettere e crescere a un ritmo limitato; ha pertanto il vantaggio di scoraggiare offerte con ribassi eccessivi poiché ricevono un punteggio incrementale ridotto.

Inoltre, unitamente all’attribuzione di un punteggio elevato al punto di flesso, disincentiva i concorrenti a presentare offerte oltre la media di mercato e il prezzo di aggiudicazione potrebbe ritenersi equo proprio perché tiene conto della media di mercato.

Prestazioni ulteriori

Al fine di garantire l’equità del compenso, inoltre, non dovrebbero essere richieste prestazioni ulteriori durante l’esecuzione del contratto e non quantificate nel corrispettivo posto a base di gara, così come si legge nelle linee guida:

Si è ritenuto, altresì, opportuno specificare che per garantire l’equità del compenso non possono essere richieste, durante l’esecuzione del contratto, prestazioni ulteriori non quantificate nel corrispettivo posto a base di gara.

Ulteriori modifiche

Bando di gara. 3

In riferimento al Bando tipo n. 3, è stata accolta la richiesta degli stakeholders di eliminare il riferimento al periodo di 10 anni entro cui devono essere svolti i tre servizi idonei alla dimostrazione della professionalità del concorrente sulla base dell’esperienza pregressa.

Ne consegue che i candidati possono illustrare in sede di offerta tre servizi relativi a interventi ritenuti significativi della propria capacità e affini a quelli oggetto dell’affidamento svolti lungo tutto l’arco della sua vita professionale.

Parte IV, punto 2.2.3.1

L’Anac ha ritenuto opportuno modificare, inoltre, la previsione di cui Parte IV, punto 2.2.3.1, secondo in cui: La mandataria in ogni caso possiede i requisiti necessari per la partecipazione alla gara in misura percentuale superiore rispetto a ciascuna dei mandanti», segnalata da alcune associazioni di categoria.

Al riguardo viene specificato che:

la mandataria, indipendentemente dal fatturato globale/specifico posseduto, dai servizi precedentemente svolti e dal personale tecnico di tutti i partecipanti al raggruppamento, deve dimostrare i requisiti necessari per la partecipazione alla gara in misura maggioritaria rispetto alle mandanti. Ciò al fine di 
evitare di cristallizzare situazioni per le quali è sempre l’impresa di dimensioni maggiori a svolgere il ruolo di mandataria, indipendentemente dai requisiti richiesti per la specifica gara, e di ribadire la possibilità che anche l’impresa di dimensioni minori nell’ambito del raggruppamento possa assumere il
ruolo di mandataria se in grado di soddisfare i requisiti richiesti dalla specifica gara in misura maggioritaria rispetto alle altre imprese.

Ricordiamo, infine, che le indicazioni aggiuntive fornite nelle linee guida sono di natura strettamente interpretativa; non prevedono nuovi obblighi ma si limitano ad interpretare e a fornire suggerimenti in relazione all’applicazione di norme.

Le linee guida Anac sono operative fino all’entrata in vigore del regolamento di attuazione previsto dal decreto Sblocca-cantieri che non ha, comunque, previsto l’abolizione di tutte le linee guida del Codice degli appalti.

Le presenti linee guida aggiornate entrano in vigore il 15° giorno successivo alla loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Clicca qui per scaricare le linee guida n. 1, aggiornate a maggio 2019

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *