Iscrizione Albo professionale, chi la paga?

Aggiornamento professionale, ecco le sanzioni per gli architetti inadempienti

Aggiornamento professionale: censura e sospensione sono le sanzioni previste per il mancato raggiungimento dei crediti formativi

Dal 1° gennaio 2014 è obbligatorio per tutti i professionisti iscritti all’Albo l’aggiornamento professionale continuo.

Nel triennio 2014-2016 devono essere conseguiti 60 crediti formativi CFP, con un minimo di 10 all’anno, dei quali 4 in materia di deontologia e compensi professionali.

Il primo triennio terminerà, quindi, il 31 dicembre 2016.

A gennaio 2017 verranno verificati i crediti acquisiti nel triennio.

Per gli architetti che non sono in regola sono previste sanzioni e sospensioni.

Al riguardo, il Consiglio nazionale degli architetti, CNAPPC, ha pubblicato (circolare 29 settembre 2016, n. 104) 2 documenti:

  1.  modifica all’art. 9 del codice Deontologico, in riferimento alle sanzioni da applicare
  2.  modifica al Regolamento per l’aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo

Aggiornamento professionale, le sanzioni

Il CNAPPC ha definito le sanzioni disciplinari per mancata acquisizione dei CFP nell’arco del primo triennio sperimentale:

  • censura, in caso di mancata acquisizione di CFP fino al 20% del totale (ossia 12 CFP). In pratica è soggetto a censura chi ha acquisito da 48 a 59 CFP
  • sospensione, in caso di mancata acquisizione di oltre il 20% dei CFP. La sospensione è pari a un giorno per ogni CFP non acquisito.

La censura consiste in una dichiarazione formale delle mancanze commesse ed è notificata all’iscritto per mezzo dell’ufficiale giudiziario.

La sospensione dall’esercizio della professione, a seguito del provvedimento disciplinare per motivi deontologici, comporta l’impossibilità di esercitare la professione di architetto.

Tali modifiche hanno già efficacia e sono state comunicate a tutti gli Ordini provinciali e non necessitano di ulteriori approvazioni o recepimento con Delibere di Consiglio da parte degli Ordini.

Schema riepilogativo formazione professionale architetti

CFP complessivi acquisiti Sanzione Motivazione Altro
generici su discipline scientifiche
48 12 nessuna
36 12 censura assenza 12 CFP “generici”
48 0 censura assenza 12 CFP su discipline ordinistiche
60 0 censura assenza 12 CFP su discipline ordinistiche max 10 CFP “generici” sono riconosciuti nel triennio 2017/2019
60 4 censura assenza 8 CFP su discipline ordinistiche max 10 CFP “generici” sono riconosciuti nel triennio 2017/2019
80 8 censura assenza 4 CFP su discipline ordinistiche max 10 CFP “generici” sono riconosciuti nel triennio 2017/2019
43 8 censura assenza 9 CFP di cui 4 su discipline ordinistiche
35 12 sospensione per 13 giorni assenza 13 CFP (oltre il 20%)
30 8 sospensione per 22 giorni assenza 22 CFP
32 0 sospensione per 28 giorni assenza 28 CFP
0 0 sospensione per 60 giorni assenza 60 CFP

Aggiornamento professionale, le proposte di modifica al Regolamento

Il CNAPPC ha approvato, inoltre, la proposta di modifica al Regolamento che prevede:

  • l’obbligo del recupero nel triennio successivo dei CFP non acquisiti nel triennio di riferimento (modifica art. 4 comma 3)
  • la conferma del limite minimo dei 60 CFP (e non 90) e la verifica dell’adempimento dell’obbligo su base triennale per i prossimi trienni (modifica art. 6 comma 3 e art. 9 comma 3 del Regolamento)

Le proposte di modifica al Regolamento saranno valide a partire dal 1° gennaio 2017; tuttavia, per divenire efficaci dovranno acquisire il parere favorevole del Ministro della giustizia ed essere poi pubblicate su Bollettino Ufficiale.

 

Clicca qui per scaricare la circolare CNAPPC 29 settembre 2016, n. 104

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *