Adeguamento strutturale ed antisismico scuole: la tabella con i fondi

Adeguamento strutturale ed antisismico scuole: stanziati oltre 26 milioni di euro per il biennio 2016-2017. La tabella con i fondi ripartiti Regione per Regione

In Gazzetta Ufficiale n. 213 del 12 settembre 2017 è stato pubblicato il decreto 20 luglio 2017 che contiene la ripartizione delle risorse, relative all’annualità 2016 e 2017, destinate all’attuazione di interventi di adeguamento strutturale ed antisismico degli edifici del sistema scolastico, nonché alla costruzione di nuovi immobili sostitutivi degli edifici esistenti.

Gli interventi ammessi a finanziamento sono quelli definiti nell’art. 3 del dpcm del 12 ottobre 2015.

È stata stanziata una somma complessiva di euro 26.404.232,00, ripartita tra le Regioni e le Province autonome nel seguente modo:

Regione Annualità 2016-2017 [euro]
Abruzzo 866.058,81
Basilicata 485.837,87
Calabria 2.273.404,38
Campania 4.517.764,10
Emilia Romagna 1.848.296,24
Friuli Venezia Giulia 641.622,84
Lazio 2.806.769,86
Liguria 401.344,33
Lombardia 1.299.088,21
Marche 897.743,89
Molise 277.244,44
Piemonte 356.457,13
Bolzano (Provincia autonoma) 139.942,41
Trento (Provincia autonoma) 0,00
Puglia 1.600.096,46
Sardegna 0,00
Sicilia 3.952.713,53
Toscana 1.499.760,38
Umbria 549.208,03
Valle d’Aosta 0,00
Veneto 1.990.879,09
Totale 26.404.232,00

Caratteristiche del finanziamento

L’ammontare del finanziamento concedibile per ciascun intervento è dato dal prodotto del costo convenzionale di intervento per la percentuale finanziabile, determinati secondo i criteri definiti nell’allegato 2 del dpcm 12 ottobre 2015.

Il costo convenzionale di intervento è ritenuto comprensivo di IVA, spese tecniche, esecuzione dei lavori, oneri per la sicurezza, somme a disposizione e quanto necessario per dare l’opera finita e collaudata.

Nel caso di interventi che comportino la realizzazione di nuovi edifici in sostituzione di quelli esistenti, il calcolo del finanziamento è effettuato tenendo conto della volumetria minore fra quella dell’edificio da demolire e quella del nuovo edificio da realizzare.

Gli interventi da realizzare, le risorse da destinare a ciascun intervento e gli enti beneficiari delle stesse, nonché il termine di aggiudicazione dei lavori e di definizione delle progettazioni e le modalità di rendicontazione sono individuati, con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, sentito il Dipartimento della Protezione civile presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

 

Clicca qui per scaricare il decreto 20 luglio 2017

Clicca qui per conoscere EdiLus-EE, il software per la verifica degli edifici esistenti

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *