Adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzioni: pubblicata la legge. Novità anche per arbitrati, trattativa privata e incentivi per tecnici delle P.A.

La L. 201/2008, legge di conversione del D.L. 162/2008 che conteneva misure straordinarie per il 2008 in tema di adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzione, è stata pubblicata sulla G.U. n. 298 del 22 dicembre 2008.

La L. 201/2008, legge di conversione del D.L. 162/2008 che conteneva misure straordinarie per il 2008 in tema di adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzione, è stata pubblicata sulla G.U. n. 298 del 22 dicembre 2008.
Per fronteggiare gli aumenti repentini dei prezzi di alcuni materiali da costruzione verificatisi nell’anno 2008, il Governo ha emanato il D.L. 23 ottobre 2008, n. 162 che opera in deroga a quanto previsto dai commi 4, 5, 6 e 6-bis dell’art. 133 del D.Lgs. 163/2006.
Tale provvedimento prevede che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, entro il 31 gennaio 2009, con proprio decreto, rilevi le variazioni percentuali su base annuale, in aumento o in diminuzione, superiori all’otto per cento, relative all’anno 2008, dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi.
L’art. 1 del D.L. 162/2008 dispone in particolare che:

  • la compensazione sia determinata applicando, ai prezzi unitari dei singoli materiali moltiplicati per le quantità contabilizzate nell’anno 2008 dal direttore dei lavori, la percentuale che eccede l’otto per cento;
  • per ottenere la compensazione l’appaltatore deve presentare, alla stazione appaltante, a pena di decadenza, un’ apposita istanza entro trenta giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del citato decreto del Ministero delle Infrastrutture;
  • l’adeguamento non si applica qualora il responsabile del procedimento abbia accertato, rispetto al cronoprogramma, un ritardo nell’andamento dei lavori addebitabile all’appaltatore.

Il testo del D.L. 162, dopo le modifiche apportate in sede di conversione, prevede che la rilevazione dei prezzi avvenga su base semestrale.La compensazione, inoltre, deve essere determinata applicando le variazioni (in aumento o in diminuzione dei prezzi) eccedenti l’8% se riferite esclusivamente all’anno 2008 ed eccedenti il 10% complessivo se riferite a più anni.

Il provvedimento introduce altre novità di rilievo in materia di appalti pubblici, in particolare riguardo agli incentivi ai tecnici della Pubblica Amministrazione, agli arbitrati e alla trattativa privata.

Trattativa privata
Il ricorso alla trattativa privata è ammissibile per i lavori di importo fino a 500.000 Euro, nel rispetto dei principi comunitari di non discriminazione e parità di trattamento, e con invito rivolto ad almeno cinque concorrenti (art. 1, comma 10-quinquies L. 201/2008).

Arbitrati
La Legge n. 244/2007 (Legge Finanziaria 2008) all’art. 3, commi 19-22, ha introdotto il divieto per le pubbliche amministrazioni di inserire nei contratti pubblici relativi a lavori, forniture e servizi clausole compromissorie che prevedano collegi arbitrali per la risoluzione delle controversie.
La Legge 129/2008 (conversione del D.L. 97/2008) al comma 12 dell’art. 4 bis aveva rinviato l’entrata in vigore delle suddette disposizioni subordinandola alla riforma del processo civile, ma “comunque non oltre il 31 dicembre 2008”.
La L. 201/2008 ha nuovamente prorogato l’entrata in vigore delle disposizioni della L. 244 fino al 31/03/2009: è ancora possibile il ricorso alla clausola compromissoria fino alla suddetta data del 30.03.2009.

Incentivi ai tecnici interni alle P.A.
Abrogate le disposizioni (art. 61, comma 8, L. 133/2008) che prevedevano, a partire dal 2009, la riduzione degli incentivi per i tecnici interni alle Pubbliche Amministrazioni previsti dal D. Lgs. 163/2006.

Clicca qui per scaricare il testo della L. 201/2008

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *