Acquisto materiali all’estero e bonus ristrutturazioni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Acquisto materiali edili all’estero: il pagamento deve essere effettuato con bonifico internazionale e deve riportare il codice identificativo della ditta estera

Sono sempre più numerosi i casi di acquisto materiali edili all’estero per i lavori di ristrutturazione, al fine di ottenere un risparmio economico maggiore. In tali circostanze nasce, però, il dubbio su quali regole si debbano applicare per il riconoscimento della detrazione sui lavori di ristrutturazione.

Il quesito alle Entrate

Si segnala, al riguardo, la richiesta di chiarimento avanzata da un contribuente al Fisco tramite la rivista telematica dell’Agenzia delle Entrate FiscoOggi:

Vorrei fruire della detrazione del 50% (bonus ristrutturazioni) in relazione alla sostituzione di infissi esterni.

Nello specifico vorrei acquistare le finestre da una ditta estera e farle installare da una italiana. È possibile fruire della detrazione qualora la ditta estera non possieda un conto corrente presso una banca italiana? Quali dati dovrei indicare sul bonifico?

Il bonifico internazionale

Come indicato nella circolare n. 11/2014 dall’Agenzia delle Entrate (in merito all’acquisto di mobili all’estero), qualora il destinatario del bonifico non sia residente e non abbia un conto in Italia, il pagamento deve essere effettuato con bonifico internazionale.

Nel bonifico internazionale vanno indicati:

  • il codice fiscale di chi beneficia della detrazione;
  • la causale del versamento;
  • il codice identificativo della ditta estera eventualmente attribuito dal Paese di residenza che sostituisce, in pratica, il numero di partita Iva o il codice fiscale che è necessario indicare nei bonifici a favore di soggetti residenti in Italia.

La ricevuta del bonifico deve essere conservata insieme agli altri documenti richiesti per usufruire della detrazione.

Alla luce di quanto detto, è possibile quindi confermare che l’acquisto materiali edili all’estero non pregiudica la possibilità di ottenere la detrazione fiscale. Quando il destinatario del bonifico non è residente e non ha un conto in Italia, il pagamento deve essere effettuato con bonifico (bancario o postale) internazionale e va riportato il codice identificativo della ditta estera eventualmente attribuito dal Paese di residenza.

 

factus

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *