Arrivano maggiori garanzie per l’acquisto di immobili “su carta”?

In arrivo maggiori garanzie per l’acquisto di immobili “su carta” in caso di fallimento dell’impresa: il contratto deve essere stipulato per atto pubblico o per scrittura privata autenticata

Approvato dalla commissione Giustizia del Senato, nella seduta dell’11 ottobre 2017 n. 895, il disegno di legge Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza, già approvato dalla Camera dei deputati.

Il provvedimento prevede garanzie in favore degli acquirenti di immobili “su carta”, da costruire, in caso di fallimento dell’impresa.

In particolare, all’art. 12 si ha che:

a) al fine di garantire il controllo di legalità da parte del notaio sull’adempimento dell’obbligo di stipulazione della fideiussione di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 20 giugno 2005, n. 122, nonché dell’obbligo di rilascio della polizza assicurativa indennitaria di cui all’articolo 4 del medesimo decreto legislativo, stabilire che l’atto o il contratto avente come finalità il trasferimento non immediato della proprietà o di altro diritto reale di godimento su un immobile da costruire, nonché qualunque atto avente le medesime finalità, debba essere stipulato per atto pubblico o per scrittura privata autenticata;
b) prevedere che dall’inadempimento dell’obbligo assicurativo di cui all’articolo 4 del citato decreto legislativo n. 122 del 2005 consegua la nullità relativa del contratto, nei termini previsti dall’articolo 2, comma 1, del medesimo decreto legislativo.

La finalità dell’intervento normativo risiede nella necessità di stipulare il contratto per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, in modo da garantire controlli maggiori sugli adempimenti di competenza del costruttore mediante l’obbligo:

  • di stipulazione della fideiussione
  • di rilascio della polizza assicurativa indennitaria (per il cui inadempimento è prevista la nullità del contratto di acquisto dell’immobile)

In tal modo l’acquirente verrà tutelato da eventuali comportamenti scorretti o dimenticanze e verranno, inoltre, agevolati i controlli notarili.

Il ddl prevede infine la nullità del contratto nel caso in cui il costruttore non abbia ottemperato all’obbligo assicurativo.

 

Clicca qui per scaricare il dl 2681

Clicca qui per conoscere il software Edificius, il software di progettazione BIM

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *