Dal 1° luglio lo split payment si applica anche su fatturazioni GSE

Fatturazioni GSE: per le fatture emesse dal 1° luglio 2017 è prevista l’applicazione dello “split payment”

Le fatture relative alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi emesse nei confronti del GSE (Gestore dei servizi energetici) e di RSE (Ricerca sistema energetico) dovranno essere assoggettate al regime di scissione dei pagamenti dell’Iva, split payment.

La manovrina approvata al Senato, dl 50/2017, ha esteso definitivamente l’ambito di applicazione dello split payment.

Fino al 30 giugno 2017 era riservato solo a determinate Pubbliche Amministrazioni; dal 1° luglio sarà ampliato anche alle operazioni effettuate nei confronti delle società controllate indirettamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministeri e dai Ministeri.

In particolare:

  • tutte le amministrazioni, gli enti ed i soggetti inclusi nel conto consolidato della PA
  • le società controllate direttamente o indirettamente dallo Stato, di diritto o di fatto
  • controllate di diritto direttamente dagli enti pubblici territoriali
  • quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana

Fatturazioni GSE e split payment

GSE e RSE rientrano nel nuovo perimetro definito dalla legge 50/2017.

RSE è controllata dal GSE  ed il GSE è controllato dal Ministero dell’economia e delle finanze; pertanto, tutte le aziende e i fornitori che cedono beni e prestano servizi nei confronti del GSE e di RSE dal 1° luglio 2017 sono assoggettati al regime dello split payment: il committente non paga l’IVA al professionista ma la versa direttamente allo Stato.

Le fatture elettroniche emesse nei confronti del GSE, comprese quelle emesse dai professionisti, dovranno riportare il codice “S” nel campo “esigibilità IVA”; qualora non vi è il rispetto di tale condizione, il GSE respingerà le fatture emesse, sempre dal 1° luglio.

Inoltre, come chiarito dal GSE, restano escluse dall’applicazione dello split payment le operazioni soggette al regime di inversione contabile reverse charge (ad esempio le operazioni aventi ad oggetto compravendita di energia elettrica e certificati energetici).

 

Clicca qui per accedere al sito GSE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *