A breve in vigore il nuovo Regolamento Antincendio. Pubblicato il Decreto

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 settembre 2011 è stato pubblicato il nuovo Regolamento Antincendio che disciplina le procedure autorizzative, uniformandole ai recenti strumenti amministrativi, quali la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e lo sportello unico per le attività produttive (SUAP).

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 settembre 2011 è stato pubblicato il nuovo Regolamento Antincendio che disciplina le procedure autorizzative, uniformandole ai recenti strumenti amministrativi, quali la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e lo sportello unico per le attività produttive (SUAP).
Le attività da sottoporre a controlli di prevenzione incendi sono suddivise in tre categorie (A, B, C), a seconda delle percentuali di rischio e in relazione a

  • dimensione dell’impresa;
  • settore di attività;
  • esistenza di specifiche regole tecniche;
  • esigenze di tutela della pubblica incolumità.

Per le attività di tipo A, ossia quelle che presentano il minor rischio, il parere di conformità preventivo viene eliminato e sarà sufficiente operare mediante SCIA (Segnalazione Certificata di inizio attività).

Le attività di tipo B e C, che presentano, rispettivamente, rischi medi ed elevati, richiedono la valutazione del progetto da parte dei VV.F.
Il Decreto entrerà in vigore il 7 ottobre 2011 e con esso vengono abrogati una serie di provvedimenti, tra i quali il D.P.R. n. 689 del 26 maggio 1959 e il D.P.R. n. 37 del 12 gennaio 1998.
Ricordiamo che in occasione delle fiere SAIE 2011 e MADE 2011 sarà presentata in anteprima la nuova versione di AntiFuocus, aggiornata alle nuove disposizioni normative (D.P.R. 1 agosto 2011), che consentirà anche la gestione di attività non normate.

Clicca qui per scaricare il D.P.R. 1 agosto 2011

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *