626: nuovi adempimenti ed obblighi per le imprese dal Regolamento sul pronto soccorso aziendale in G.U.

Nella G.U. n. 27 del 3 febbraio 2004 è stato pubblicato il Decreto 15 luglio 2003 n. 388 del Ministero della Sanità “Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni”.

Nella G.U. n. 27 del 3 febbraio 2004 è stato pubblicato il Decreto 15 luglio 2003 n. 388 del Ministero della Sanità “Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del Decreto Legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni”.
Tale provvedimento, emanato di concerto con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, provvede a classificare le aziende (o le loro unità produttive) in tre gruppi, sulla base della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio.
Per ciascun gruppo sono individuati, con riferimento al pronto soccorso aziendale, gli adempimenti da realizzare.
All’art.3 del regolamento sono inoltre specificati i requisiti e la formazione degli addetti al pronto soccorso; questi ultimi, designati ai sensi del comma 1 dell’art. 12, D.Lgs. 626/94, devono frequentare appositi corsi, tenuti da personale medico, la cui durata ed i cui contenuti minimi sono specificati negli allegati al citato regolamento.
L’entrata in vigore del provvedimento è prevista per il 3 agosto 2004 (6 mesi dopo la pubblicazione in gazzetta).

Documento Dimensione Formato
Decreto 15 luglio 2003, n. 388 561 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *