Efficientamento energetico imprese del Sud, dal 26 aprile l’invio delle domande

Efficientamento energetico imprese del Sud, in Gazzetta il decreto per l’accesso ai 100 milioni di euro per la riduzione dei consumi energetici. Invio dal 26 aprile

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 7 dicembre 2016, contenente modalità e termini per la concessione delle agevolazioni volte a favorire l’efficientamento energetico delle imprese del Sud.

Le risorse disponibili ammontano a 100 milioni di euro, a valere sul Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e competitività.

Le agevolazioni riguardano le imprese che realizzano programmi di sviluppo per la tutela ambientale (con l’esclusione dei progetti di ricerca, sviluppo e innovazione), in riferimento ad unità locali localizzate nelle Regioni meno sviluppate:

  • Basilicata
  • Campania
  • Calabria
  • Puglia
  • Sicilia

In definitiva, i programmi devono consentire la riduzione dei consumi energetici e le emissioni di gas delle imprese e delle aree produttive.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese, di qualunque dimensione, qualificabili sia come “energivori” sia “a forte consumo di energia” e rientranti nell’elenco istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA).

Modalità e termini di presentazione delle domande

Le domande di agevolazioni possono essere presentate a Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, a partire dal 26 aprile 2017.

Ad avvenuto esaurimento delle risorse disponibili verrà disposta la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande.

La domanda di agevolazione deve essere presentata mediante le modalità e il modello disponili sul sito di Invitalia o del Mise.

Nel decreto, inoltre, vengono individuati:

  • i soggetti beneficiari
  • le spese ammissibili e i costi agevolabili
  • le modalità’ e termini di presentazione delle domande, valutazione
  • il monitoraggio, controlli e pubblicità
  • la valutazione delle domande

 

Clicca qui per scaricare il decreto 7 dicembre 2016

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *